Canone Rai: niente bolletta elettrica. Renzi: troppi problemi tecnici

matteo-renzi-fabio-fazio_tNiente canone Rai in bolletta. Non solo per il 2015, ma (forse) per sempre.

Lo ha affermato il premier Matteo Renzi, in occasione della consueta intervista pre-natalizia/elettorale di Fabio Fazio a Che tempo che fa. «Era una buona idea — rivendica il primo ministro — ma c’erano problemi tecnici». Secondo Renzi comunque il governo presto si metterà al lavoro su un’altra possibile riforma del canone Rai, soprattutto sulle modalità di pagamento della tassa tv. «C’era un problema logistico di gestione — spiega il capo dell’esecutivo — ma metteremo ordine. È arrivato il momento di occuparsi di Rai in modo strategico». Secondo la legge di Stabilità, approvata al Senato sabato notte, l’importo del canone Rai per il 2015, deve rimanere in linea con il 2014, quindi non superare a quota 113,50 euro l’anno.

«La Rai — chiarisce Renzi — è un pezzo straordinario di questo Paese, ma ne vorrei una che sappia emozionarci, al servizio della grande riforma della scuola che stiamo facendo. Un’azienda che faccia formazione e ci renda orgogliosi, come ha fatto questa settimana con Benigni». «La Rai deve essere in tutti i telefonini, vendere all’estero, deve essere l’Italia che ce la fa contro i mugugni», afferma il premier rimanendo però sul vago. Ma il grosso della riforma in gestazione sarà svelata al termine di un Consiglio dei ministri che, secondo Palazzo Chigi, sarà convocato già a gennaio. Nel frattempo il Cda di Viale Mazzini è pronto riformare gli assetti delle testate giornalistiche della tv pubblica. Il dossier delle news, con l’ipotesi di accorpare le strutture dei telegiornali creando maggiori sinergie e abbattendo i costi, verrà discusso in occasione della prossima riunione del Consiglio di amministrazione, in agenda per la prima metà di gennaio.

Fonte: La Repubblica

Scritto da