Ultimi Posts

Ultime News

DAZN: «Disservizi causati da Comcast, indennizzi ai clienti»

Dopo i problemi di trasmissione riscontrati da molti utenti che non sono riusciti a seguire Inter-Cagliari e Verona-Lazio su DAZN, la piattaforma di sport in streaming ha voluto indicare il nome del partner tecnologico che avrebbe causato il problema.

Si tratta di Comcast Technology Solutions (CTS), società del gruppo Comcast alla quale, come noto, fa capo anche il controllo di Sky.

«Come comunicato in precedenza, stiamo indagando il problema originato dal nostro partner Comcast Technology Solutions (CTS), che ha avuto un impatto su DAZN e su altri broadcaster europei», ha spiegato DAZN in una nota inviata all’Ansa.

«Siamo molto amareggiati per quanto accaduto oggi sulla nostra piattaforma. Siamo assolutamente consapevoli della grande responsabilità che abbiamo nei confronti di tutti i tifosi e dell’intero mondo dello sport», ha fatto inoltre sapere la società guidata da James Rushton, che ha riscontrato problemi analoghi anche in altri mercati, come la Germania.

Dopo quanto accaduto Dazn prova a tendere la mano agli utenti, annunciando indennizzi.

«Malgrado il problema si sia ora risolto consapevoli dell’effetto che questa situazione ha avuto soprattutto sui tifosi, offriremo opportuni indennizzi, che saranno comunicati nei prossimi giorni, a coloro che hanno riscontrato anomalie durante le partite del pomeriggio», ha affermato DAZN .
... See MoreSee Less

Leggi l'articolo su Facebook

#dazndown

“Siamo molto dispiaciuti di quando accaduto nel corso della visione della partita Inter Cagliari. Il problema è derivato dal fallimento del servizio di autenticazione fornito da un nostro partner esterno che non è stato in grado di risolvere velocemente applicando le previste procedure di backup, pur avendo ricevuto da parte di DAZN informazioni tempestive e collaborazione immediata. Il nostro partner è attualmente al lavoro per risolvere una problematica che sembra coinvolgere più paesi a livello Europeo e stiamo investigando ulteriormente la natura del danno ed eventuali responsabilità”.

Così DAZN in un comunicato in merito ai problemi nella visione della partita Inter-Cagliari da app che non hanno permesso ad alcuni abbonati di seguire il match. (Adnkronos)
... See MoreSee Less

Leggi l'articolo su Facebook

3 giorni fa

Tv Digital Divide

Sky spinge la sua offerta internet e va in aiuto anche di DAZN: «Puntare su rete ultraveloce»

Puntare sullo sviluppo delle rete ultraveloce in Italia. È questo uno dei temi su cui si è soffermato Maximo Ibarra, ad di Sky Italia, nel corso del webinar “Le nuovi reti per l’industria italiana e per i consumatori”. Un tema che riguarda da vicino la stessa Sky, che dal giugno 2020 è sbarcata nel settore internet (e che trasmette in streaming sulla piattaforma NOW), ma anche un competitor in chiave diritti tv sportivi come Dazn, che punta proprio sullo sviluppo della rete considerando che trasmetterà dalla prossima stagione tutta la Serie A in streaming (avendo strappato i diritti proprio a Sky).

“Il tema dell’infrastruttura va di pari passo con lo sviluppo dei servizi. Bisogna lavorare anche a sostegno della domanda nelle reti ultraveloci”, ha spiegato Ibarra. “La pandemia ci ha dato una mano nel capire la necessità di dare sostegno anche alla sviluppo della domanda. Ben vengano quindi politiche di incentivi sia per quanto riguarda l’infrastruttura sia per i servizi”.

“Un mix tecnologie, geografie diverse e competizione infrastrutturale perché è quello che ha permesso all’Italia negli ultimi anni di scalare posti in classifica. Pragmatismo vuol dire non essere ideologici, non avere dogmi. Forme di collaborazione possono esserci in mille modi diversi”

“Tutto quel che ho ascoltato in questo convegno, da Bassanini a Gubitosi a Bisio, va nella direzione di un rapido sviluppo delle reti. Ho ascoltato programmi che dovrebbero portare l’Italia a scalare posti in classifica. Eravamo al 28 esimo, oggi siamo al 14esimo e scaleremo altri posti”, prosegue Ibarra. Ricordando che “noi di Sky come operatore di tlc che nasce dalla televisione guardiamo con grande soddisfazione a quel che è stato detto oggi”.

“Dobbiamo essere molto pragmatici” prosegue spiegando che “Pragmatismo è riconoscere che l’Italia è fatta di geografie diverse. ci sono tre aree ben definite. A parte le bianche, le nere dove la competizione sta funzionando, e le grigie che sono da mettere immediatamente nella downstream. La ricetta di fare bandi per aree omogenee di medie dimensioni è una delle cose da fare”. Come modello di sviluppo, osserva Ibarra “la competizione infrastrutturale è la soluzione migliore e per tecnologie non esiste la soluzione migliore”.
... See MoreSee Less

Leggi l'articolo su Facebook

Tv Convergente

Tv digitale terrestre

Digital divide

Copyright

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Web Magazine sul mondo della TV Digitale