Vendita TI Media: 3 Italia chiede proroga per presentazione offerte vincolanti

Potrebbe slittare dal 19 al 30 novembre la presentazione delle offerte vincolanti di acquisto di Telecom Italia Media. Lo scrive Il Corriere della Sera, spiegando che fonti vicine al dossier indicano anche che si profila una corsa a due tra il fondo di private equity Clessidra e l’operatore tlc 3 Italia, che fa capo al gruppo di Hong Kong H3G. Cairo Communication e Discovery Channel, infatti, non convincerebbero il venditore perché puntano ad acquisire soltanto La7 e non l’intero gruppo con l’asset di frequenze e torri di TIMB.

A rivelarlo sarebbero state due persone vicine al dossier. «La scadenza (per la presentazione delle offerte) slitta al 30 novembre», ha affermato una fonte. Più cauta l’altra che ha commentato: «Al momento, il termine resta fissato per il 19 novembre. 3 Italia ha chiesto una proroga al 30 novembre ed è probabile che venga accettata».

Secondo il CorSera infatti 3 Italia è interessata non solo ai multiplex, ma anche alle due tv messe in vendita da Telecom, La7 ed MTV, e per questo avrebbe ingaggiato due advisor Hsbc e Goldman Sachs. Ma il via libera all’operazione tarda ad arrivare da Hong Kong. E per questo motivo l’ad Vincenzo Novari avrebbe chiesto una proroga a Telecom Italia rispetto alla scadenza per le offerte su TI Media.

L’offerta di Clessidra, interessata a tutto il pacchetto messo in vendita, valuterebbe la società circa 350-380  milioni di euro. E si baserebbe su un piano industriale sul quale il gruppo sta lavorando con l’aiuto del consulente Marco Bassetti, ex-presidente di Endemol Italia. Tale valutazione, però, si colloca al di sotto della capitalizzazione di mercato (260 milioni) incluso il debito di 200 milioni di euro. Banca Akros evidenzia, infatti, che tale offerta comporterebbe un ribasso del 30%.

Fonte. milanofinanza.it | CorSera | key4biz.it

Scritto da