Sky Italia acquista Mtv da Viacom

MTV_Logo

Nuova mossa del collosso di Rupert Murdoch & figli nel mercato del digitale terrestre in chiaro. Sky Italia risponde a Mediaset e compra il canale Mtv (numerazione LCN 8 del telecomando).

Dopo l’offensiva pay lanciata da Mediaset con il lancio a dir poco aggressivo della nuova offerta di Premium, Sky Italia ribatte il colpo sul campo della televisione free e in particolare sul dtt: secondo La Repubblica è a un passo dall’acquisto di Mtv, l’ex canale musicale con ambizioni generaliste di proprietà di Viacom, recentemente ceduto da TI Media.

Dopo aver lanciato nel 2009 il canale Cielo (al numero 26) e l’anno scorso Sky Tg24 (al numero 27 del telecomando), Sky approda su un tasto di eccellenza del dtt, il pregiatissimo e ambitissimo numero 8 appunto, subito dopo La7 di Urbano Cairo. Secondo Aldo Fontanarosa, come per Cielo e per Sky Tg 24, i manager di Sky appronteranno per il canale 8 un palinsesto gratuito, che sarà lanciato a fine agosto. Tra le ipotesi, quella di una rete tutta sportiva.

Fonti governative riferiscono che l’accordo tra le parti è ormai definito e verrà firmato la prossima settimana. Si tratta, sempre secondo La Repubblica, di un contratto voluminoso e complesso, suddiviso in due parti. Viacom prenderà subito un corposo assegno e, a seguire, una seconda tranche. Ma questa seconda fetta di torta arriverà a patto che si chiuda senza danni la lunga causa legale avviata dall’emittente locale Telenorba sull’annoso pasticcio della numerazione automatica LCN del dtt.

L’ultima decisione da parte dell’Agcom (con tanto di giudizio del commissario ad acta Marina Ruggieri) sentenzia che i canali 7, 8 e 9 del telecomando sono riservati in ogni caso alle emittenti nazionali e generaliste. Nonostante una trafila di sentenze del Tar Lazio e del Consiglio di Stato a favore della piccola Telenorba che sostiene invece che tre numeri strategici del digitale terrestre andrebbero assegnati a emittenti regionali e non nazionali. L’emittente del gruppo tv pugliese accusa inoltre le tre televisioni che hanno in mano al momento le numerazioni contese di diffondere un palinsesto di tipo tematico e non generalista, evadendo così i regolamenti Agcom.

Nel suo ultimo Reclamo al Consiglio di Stato, presentato il 27 maggio, il legale di Telenorba (Aldo Loiodice) parla addirittura di «confessoria dichiarazione dell’ad di Mtv». L’ad del canale avrebbe ammesso di aver proposto un palinsesto di nicchia e specialistico almeno fino al 2012. L’accordo tra Sky e Viacom è quindi vincolato dall’infinita causa sull’LCN attualmente in corso, e mette in conto l’arrivo, un domani, di sentenze negative e avverse.

Ma non è finita. La Repubblica rivela oggi che Sky vuole anche che Viacom, in futuro, le fornisca in esclusiva i suoi programmi. In sostanza, canali come Nickelodeon, Nick Jr e soprattutto come il gioiellino Comedy Central dovranno comparire solo sulla pay-tv dei Murdoch. Ma per questa esclusiva, Sky dovrà pagare un compenso consistente. Anche questo aspetto entrerà nel contratto.

Alla notizia de La Repubblica comunque Sky Italia non ha replicato e non ha fatto alcun commento. Si attendono sviluppi e dichiarazioni ufficiali.

Fonte: La Repubblica

Scritto da