Sportitalia chiude. Lt Multimedia sbarca sul digitale terrestre con i canali Sport

Sportitalia, la tv sportiva  fondata nel 2003  da Tarak Ben Ammar e TF1chiude definitivamente i battenti.

Al suo posto arriva Lt Televisioni srl (Gruppo Lt Multimendia) che attraverso un comunicato annuncia di avere siglato un accordo di partnership editoriale e commerciale con Sitcom Media srl (Gruppo Sitcom), la Società che ha rilevato da Edb Media srl il ramo d’’azienda relativo ai canali 60, 61, 62 del digitale terrestre, per la trasmissione sul digitale terrestre dei tre nuovi canali del Gruppo Lt Multimendia: Sport UNO, Sport DUE e Sport TRE.I primi due canali saranno on air dal 4 novembre, mentre sono già presenti sulla piattaforma satellitare Tivù Sat.

I dipendenti hanno organizzato uno sciopero e un presidio dopo che la nuova proprietà ha annunciato l’uscita dal perimetro del gruppo di Edb Media e Edb Service, le due società che riuniscono il personale giornalistico, tecnico e amministrativo di Sportitalia. Attraverso un comunicato, i lavoratori hanno espresso che «si ritrovano ad essere venduti a loro totale insaputa e senza alcuna informazione circa la nuova proprietà». Edb Media ed Edb Service sono state acquisite da Lt Televisioni, società che fa capo a Valter La Tona – già proprietario dei canali Alice, Arturo, Leonardo, Nuvolari e Marco Polo – lo scorso 29 luglio tramite aggiudicazione dell’asta fallimentare presso il Tribunale di Milano.

Solo un cambio di denominazione dell’azienda e niente più. Michele Criscitiello, conduttore di Sportitalia, spiega così la vicenda: «Molte volte tante aziende hanno cambiato nome, passando da un nome ad un altro senza fare dei paragoni, ma c’è sostanzialmente una differenza che quando ci rivedremo non si chiamerà più Sportitalia 1 ma si chiamerà Sport UNO». L’emittente dedicata al calcio e allo sport dal febbraio del 2004 trasmetteva sul digitale terrestre e sulla piattaforma satellitare di Sky.

L’’accordo tra Sitcom e il gruppo di Valter La Tona, nel suo complesso, permette il completamento del nuovo progetto editoriale della Lt Televisioni e, attraverso un accordo per la produzione di format e programmi originali dedicati allo sport e non solo, permette di finanziare il piano di ristrutturazione industriale avviato dalla EDB Media srl e della EDB Service srl, finalizzato a salvaguardare la continuità delle attività di produzione e l’’occupazione. Il progetto di riorganizzazione è stato affidato ad Orienta Partners, società specializzata in ristrutturazioni aziendali. Per poter visualizzare il corretto identificativo dei tre nuovi canali, comunica Lt Televisioni, occorre una nuova risintonizzazione dei ricevitori del digitale terrestre. Consulta la lista aggiornata del TIMB Mux 2.

Fonte: ltmultimedia.tv

Scritto da