Arriva Agon Channel che punta al numero 33 del digitale terrestre

agon-channelAgon Channel, il canale televisivo con sede in Albania fondato dall’imprenditore italiano Francesco Becchetti, sbarcherà sul digitale terrestre in chiaro questo autunno e potrebbe acquisire il numero 33 della LCN, che attualmente ospita i programmi dell’emittente ABC, edita da Interattiva srl, controllata dal chiaccherato consorzio Alphabet, che ha collaborato in modo poco chiaro e in odore di conflitto di interessi con i Ministeri dei passati governi Berlusconi.

Il nuovo canale trasmetterà una programmazione autoprodotta dal canale con un taglio generalista e partecipativo, e si rivolgerà in modo particolare alla fascia di giovani adulti (18-55 anni) e punterà, nella fase di lancio, su format inediti per la tv italiana ideati e prodotti dallo stesso Agon Channel (http://www.agonchannel.it/) nel quartier generale a Tirana.

Il canale ABC, che nel 2013 è stato coinvolto nel caso di bancarotta fraudolenta e tentata truffa di Interattiva srl (con sei persone in arresto, tra i quali il direttore delle relazioni istituzionali di Mediaset e presidente dell’Associazione DGTVi, Andrea Ambrogetti, e la moglie e imprendritrice Ilaria Sbressa) per un giro di appalti pubblici gonfiati per un progetto didattico con il Miur, al momento trasmette soprattutto televendite gestite dal gruppo romano Gold Tv, è considerato appetibile dal gruppo italo-albanese Agonset, che per ottenerlo sarebbe disposto ad accollarsi i debiti di Interattiva, pari a circa 2,5 mln di euro (cifra che potrebbe soddisfare tutti i creditori, compreso quelli tardivi).

Dato che l’anno scorso il numero 49 del digitale terrestre è stato pagato solo 4 mln di euro da Scripps Network per lanciare Fine Living, e che quello occupato da ABC è agli ultimi posti dello zapping sequenziale (secondo la testata online newslinet.it di norma i telespettatori procedono in sequenza con il tasto + fino al range 30/35, per poi andare direttamente, con scelta ponderata, sui canali preferiti già noti), il valore della numerazione 33 potrebbe essere superiore nonostante la crisi e la bassa valutazione di mercato.

Agon Channel è di proprietà della romana Agonset.it (controllata dalla Ahonset Shpk di Tirana) dell’imprenditore Francesco Becchetti (core business nelle energie rinnovabilie nella trasformazione di rifiuti, nonché nipote di Manlio Cerroni, proprietario della discarica di Malagrotta di Roma). In palinsesto – si legge in una nota – i generi più apprezzati degli ultimi anni, come i reality e i talent show, che si alterneranno a contenitori più tradizionali, come i game show e il varietà – talk show. Spazio anche all’informazione e all’approfondimento giornalistico con Alessio Vinci, ex conduttore di Matrix con alle spalle vent’anni di esperienza come inviato della Cnn in tutto il mondo, che assume la direzione delle news e sarà il conduttore di alcuni nuovi programmi allo studio in questi mesi.

In arrivo su Agon Channel anche lo sport le cui trasmissioni sono affidate a Giancarlo Padovan, giornalista sportivo ed ex direttore di Tuttosport. Il rapporto diretto e interattivo con il pubblico sarà parte integrante della programmazione. In Albania Agon Channel – conclude la nota – attualmente impiega oltre 200 giovani con uno staff tecnico e autoriale che coinvolge professionalità sia albanesi che italiane. Con la trasmissione di programmi acquisiti in licenza dal mercato internazionale (Usa, Europa, Sud America) grazie alla partnership con le principali major del settore, e attraverso la produzione di formati per lo più originali e di taglio moderno, realizzati negli studi di Tirana, Agon in pochi mesi ha visto allargarsi la sua popolarità anche in altri paesi, tra i quali l’Italia. Oltre sulle produzioni originali, il canale ha concentrato la sua spinta editoriale anche su collaborazioni con lo star system italiano: tra le principali quelle con Barbara D’Urso, Enzo Iacchetti, Manuela Arcuri, Alba Parietti, Jimmy Ghione e Kledi Kadiu. Agon Channel si è affidata a Filmmaster Events per il lancio in Italia del canale con la creatività del direttore artistico Alfredo Accatino.

Fonti: newslinet.it | primaonline.it

Scritto da