Regione Umbria: banda larga per 57mila cittadini in digital divide

L’Umbria si attiva contro il digital divide. E’ infatti stata inaugurata una nuova rete pubblica di telecomunicazioni che consente la fornitura di servizi di accesso a Internet in banda larga ad oltre 57 mila utenti di 42 comuni, precedentemente privi di tale servizio.

La rete pubblica è stata realizzata attraverso una gara pubblica europea dall’associazione temporanea di imprese costituita da Telecom Italia e Consorzio Umbria Wireless, e ha superato positivamente il collaudo il 2 giugno e la società Centralcom, il 29 giugno scorso, ha sottoscritto in favore della stessa ati il contratto di concessione pluriennale per la gestione dei servizi. Il nuovo network umbro, che assicura la copertura di 354 zone in digital divide e interessa 57 mila 447 abitanti, collega, tramite tratte radio ad alta capacità, i cinque nodi fondamentali della costituenda Rete pubblica regionale integrando le dorsali in fibra ottica in fase di realizzazione.

L’iniziativa è stata finanziata dalla Regione per due milioni e 200 mila euro, e si è chiusa con un’economia di circa 60 mila euro ed è stata preceduta da una analisi sulla diffusione dei servizi finalizzata ad individuare le aree del territorio regionale a fallimento di mercato. Dall’analisi, compiuta due anni fa, era emersa un’incidenza del divario digitale pari al 17,9% della popolazione umbra. Con la rete attivata in questi giorni, che ha portato servizi nelle aree non interessate da altri interventi pubblici o privati, il digital divide è stato abbattuto in maniera significativa di oltre l’8%. L’assessore regionale Stefano Vinti ha spiegato in conferenza stampa che sono stati attivati altri investimenti per la realizzazione di reti NGN in fibra ottica.

”La Regione – ha dichiarato l’assessore – intende attivare un ‘Forum degli operatori e delle amministrazioni‘ per promuovere un ampio coinvolgimento, sia in vista dell’aggiornamento del Piano telematico regionale, sia per la definizione di un’Agenda digitale dell’Umbria, finalizzata a promuovere l’accesso a Internet come nuovo diritto universale di cittadinanza e lo sviluppo a forte contenuto tecnologico e di conoscenza, in piena coerenza con gli obiettivi dell’Agenda digitale europea e la Strategia Europa 2020”. (Corriere delle comunicazioni)

Scritto da