Decoder unico

Che cos’è un decoder unico?

Un decoder unico (o ibrido) è un dispositivo set-top-box in grado di ricevere i programmi tv da diverse piattaforme: tv analogica, tv digitale terrestre e satellitare, tv via cavo, tv via Internet.

L’adozione di un decoder unico, che unisce l’accesso alla programmazione televisiva da differenti piattaforme con l’accesso alle risorse di Internet e del Web, eviterebbe l’acquisto di due o tre decoder differenti per il consumatore, e potrebbe rappresentare una formidabile apportunità per abbattere il divario digitale che affligge più del 13% della popolazione italiana. Questo tipo di apparecchio consentirebbe la visione dei canali in chiaro e di quelli a pagamento criptati come è stato stabilito nella delibera n. 216/00/CONS dell’Autorità Garante delle comunicazioni.

La convergenza delle diverse piattaforme mediatiche conferirebbe al telespettatore una nuova forma di fruizione crossmediale contraddistinta da una reale interattività, dalla libertà di informazione e dalla possibilità concreta da parte dell’utente di trasformare e creare contenuti come già accade nella rete.

L’impiego di un decoder ibrido come standard da imporre, con l’ausilio di una normativa statale, alle aziende produttrici di apparecchi e ai gruppi media tv (come Rai, Sky, Mediaset) è studiato in Italia dall’Agcom (l’Authority per le comunicazioni), che nel settembre del 2009 ha dato inizio a un’indagine preliminare sulla tv digitale per stabilire il grado di accessibilità delle piattaforme tv e quanto e come debbano essere  modificati gli standard adottati nel mercato. Una piccola rivoluzione che potrebbe rappresentare l’opportunità di sviluppo delle infrastrutture della tv e della rete e di nuovi modelli di business e di pubblicità per le società che operano nel mercato tv e delle telecomunicazioni, già adottati con successo nei mercati britannici e statunitensi.

Recensioni dei decoder unici presenti sul mercato:

Arriva TvBox, la tv connessa di Tiscali
Nel nascente mercato delle Tv sempre connesse non poteva mancare l’offerta della società di telecomunicazioni italiana Tiscali, azienda sempre all’avanguardia nel mondo della grande rete. Grazie alla collaborazione con TeleSystem e TvBlob, l’azienda di Renato Soru lancia TvBox, nuova piattaforma Tv convergente che integra in un solo apparecchio la tv digitale terrestre, videorecorder, Internet e la connettività Wi-fi, social media, podcasting, media player  e l’alta definizione. (Continua a leggere)

Decoder Unico di Fastweb Tv, digitale terrestre e IPTv
Nel lontano 2006 Fastweb fu il primo operatore italiano delle telecomunicazioni a lanciare l’innovativa offerta, per i tempi che furono, della tv convergente con un set-top-box multipiattaforma che integrava la tv digitale terrestre all’IPTv (la tv su Internet). (Continua a Leggere)

 

Riecco Cubovision di Telecom Italia: digitale terrestre e video on demand HD e 3D
Ci eravamo lasciati nel dicembre del 2009 con il primo strombazzante lancio dell’innovativa offerta convergente tra Internet e Tv di Telecom Italia. Allora l’esordio del set-top-box mediacenter Cubovision (in versione beta) si accompagnava alle prime offerte della tv on demand di La7.tv e proponeva un servizio nuovo, attraverso un decoder ibrido, e pensato per quella grossa fetta di consumatori e telespettatori italiani che non usano il pc e non hanno dimestichezza col Web. (Continua a leggere)

Vodafone Tv Connect, digitale terrestre e wi-fi
Vodafone Italia, l’azienda di proprietà dell’omonima multinazionale britannica della telefonia, ha da poco annunciato che entrerà dalla porta principale nel mercato del digitale terrestre. Dalla seconda metà di giugno metterà a disposizione (in vendita) per i suoi clienti un vero e proprio decoder dtt chiamato Vodafone Tv Connect che  potrà offrire i canali della nuova tv e l’accesso a Internet. (Continua a leggere)

Hybrid-BLOBbox, il decoder unico di TELE System
Udite udite! E’ in uscita sul mercato un nuovo modello di decoder unico (ibrido), Hybrid-BLOBbox, prodotto dalla società italiana TELE System, che potrà offrire in un solo apparecchio l’accesso alla tv digitale terrestre, ma anche alla rete di Internet e a tutte le potenzialità del Web. (Continua a leggere)

Elgato EyeTv Netstream DTT, il digitale terrestre a casa via Internet
Elgato EyeTv Netstream DTT è un nuovo dispositivo per ricevere la tv digitale terrestre direttamente sul pc di casa. Un decoder innovativo che è in grado di portare il segnale tv attraverso la rete Internet LAN domestica, dove l’antenna non può arrivare o dove lo stesso segnale è troppo basso. (Continua a leggere)

Dreambox DM 8000 HD, quel mostro di decoder unico
Nel mese di ottobre del 2009 la società tedesca Dream Multimedia ha immesso sul mercato italiano l’attesissimo decoder sat Dreambox DM 8000 HD PVR DVD, un set-top-box ibrido dalle prestazioni eccezionali capace di realizzare i sogni dei più ambiziosi ed esigenti telespettatori! (Continua a leggere)

Cubovision, il decoder unico con banda larga di Telecom Italia
Anticipando sul tempo le mosse dei concorrenti del mercato tv, Telecom Italia Media lancia Cubovision, il nuovo decoder-mediacenter che include in un unico box a forma di cubo Internet, video on demand, il digitale terrestre, con la possibilità delle offerte pay, la Web tv e le funzionalità di un lettore video, musicale e di immagini. (Continua a leggere)

TvSurf, caro decoder unico
Il mercato della tv italiana si popola a passo di lumaca di decoder unici, quel tipo di apparecchi che sono in grado di ricevere i segnali televisivi attraverso differenti fonti di emissione (internet, digitale terrestre e satellitare). Questi apparecchi, reclamati a gran voce dalle associazioni di consumatori del nostro paese, sarebbero la soluzione definitiva per gli utenti tagliati fuori dai segnali del dtt, ma potrebbero essere anche una valida alternativa nel campo delle offerte tv, e sarebbero soprattutto uno strumento concreto per abbassare il divario digitale che affligge l’Italia. (Continua a leggere)

Il decoder quasi unico (Xdome Hc 1000 nc)
Ecco il decoder unico! Udite udite da oggi si potrà ricevere la tv digitale in tutte le salse, terrestri e satellitari. La notizia è un pò vecchia ed è passata inosservata ai più (sicuramente a me). La società XDome ad aprile del 2009 ha fatto uscire nel mercato il nuovissimo decoder XDome Hc 1000 nc che ambisce al titolo nazionale di “unico decoder unico”. L’azienda italiana ha pensato di acquistare i diritti degli standard di progettazione (NDS) del decoder Sky, e di sommarli alla tecnologia di decoding del digitale terrestre e delle trasmissioni satellitari in chiaro. Il decoder appartiene alla stessa serie del modello di ricevitori testati questo settembre dall’Adiconsum, grazie al quale ha dimostrato all’utenza e all’Antitrust italiana che la ricezione e visione di Tivù Sat non è vincolata dal decoder annesso all’offerta del consorzio Tivù. (Continua a leggere)

BlobBox, il decoder unico Open Source!
Internet e DTT in una sola offerta? Ecco a voi BLOBox! Una nuova incredibile set-top-box immessa sul mercato dall’azienda italiana TvBlob insieme alla Creative che unisce i contenuti standard della rete televisiva tramite decoder digitale terrestre e le applicazioni, i servizi e i contenuti di Internet. (Continua a leggere)

15 thoughts on “Decoder unico

    1. Ciao demetrio,
      la piattaforma Tivù Sat non può trasmettere canali a pagamento (per ora), perciò via satellite non sono presenti i canali di Mediaset Premium. Per accedere ai canali pay del biscione occorre necessariamente il digitale terrestre con un decoder con interattivo con la porta per smart card.
      L’alternativa possibile per la programmazione pay di Mediaset è la tv via Internet. Alice Home Tv e Fastweb offrono nel pacchetto dell’IPTv i canali Premium e anche quelli Sky. Un’altra soluzione, più cara di Mediaset Premium, è l’offerta satellitare di Sky.

  1. Sono truffe. Avevo mandato raccomandata per non attivare Emotion e l’altro canale ma lo anoo attivato ugualmente. Ho chiesto di cancellare ma non lo hanno fatto, Mi dovevano contattare ma non lo hanno fatto. All’arrivo di premium ho dovuto cambiare schesa. Sulla vecchia mi sono romasti €21.00 e per restituirmeli dovrei spedire RAccomandata RR spesa € 5.00 circa e si trattengono € 7.00. Se non è furto qiesto. E Agicom e Governo stanno a guardare. LAAAADDDRRRIII

  2. “Agcom (l’Authority per le comunicazioni), …nel settembre del 2009 ha dato inizio a un’indagine preliminare sulla tv digitale”.
    un’indagine PRELIMINARE iniziata nel 2009???????

    1. Ciao Veronica,
      l’Agcom a metà settembre del 2009, sotto le pressioni dell’Adiconsum, ha avviato un’istruttoria sulle caratteristiche dei decodificatori per la ricezione dei programmi televisivi in tecnica digitale e sulle iniziative utili all’adozione di un “decoder unico”, delibera pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale 2 mesi dopo. In tutta sincerità dopo un anno non si trovano più informazioni su questo controllo, che in teoria dovrebbe sfociare nella definizione di normative certe e utili ai consumatori.

      L’unica nota dall’Agcom sull’argomento risale a luglio scorso in occasione della relazione annuale dell’Authority. Nel paragrafo che concerne il rapporto con i consumatori e gli utenti descrive che durante l’anno si sono avute

      ulteriori opportunità di incontro in occasione della definizione degli standard tecnologici per la classificazione dei decoder per la ricezione dei programmi televisivi in tecnica digitale e per l’adozione di un decoder unico (delibera n. 523/09/CONS) in grado di agevolare i consumatori nella fruizione dei servizi di contenuti audiovisivi e di servizi a valore aggiunto, sia in termini di semplificazione nell’uso che di riduzione dei costi per la dotazione tecnologica, anche in vista del prossimo completamento dello switch-off a livello nazionale.

  3. ciao ragazzi io ho un abbonameto satellitare rumeno e mi sia rotto il decoder se mi compro uno nuovo da qui(italia) mi legge la scheda????? grazie

    1. Ciao valentino,
      dipende da quale sistema di accesso condizionato utilizza la pay-tv rumena. Se ad esempio sei abbonato a Digi Tv potrebbero funzionare i decoder e le CAM per Tivù Sat dato che entrambi utilizzano il Nagra3.

        1. I decoder certificati Tivù Sat sono questi: http://www.tivu.tv/sat/prodotti/149/241/0/Decoder-HD.aspx
          Ma ti consiglio di fare prima una prova con la tua card Digi Tv su uno di questi decoder sat, ad esempio potresti richiederla nel negozio prima dell’acquisto, perchè la compatibilità tra il sistema di AC della pay-tv rumena e quello dei decoder italiani non ha certificazione. Il Nagravision 3 utilizzato dalle tv italiane (Mediaset Premium e Tivù Sat) infatti è una versione modificata da verificare con quella di Digi Tv che ha cambiato sistema AC nel 2010.

  4. Che tipo di decoder devo comprare per lo swich-off nella provincia di la spezia? E’ vero che gli over 70 pagano l’acquisto la metà?

    1. Ciao Luciano,
      il decoder che devi acquistare è quello per il digitale terrestre. Puoi scegliere tra vari modelli, tutto dipende dalle tue esigenze: un decoder zapper (economico con le funzioni essenziali), un decoder HD (per i canali in alta definizione, hai però bisogno anche di un tv HD), un decoder che può registrare i programmi, un decoder interattivo (che può anche ricevere e trasmettere la tv a pagamento). Leggi questa guida all’acquisto che può spiegarti il modello giusto per le tue esigenze: http://www.digitaleterrestrefacile.it/2011/09/30/switch-off-liguria-quale-decoder-acquistare-per-la-tv-digitale-terrestre/
      Il contributo statale è un bonus di 50 euro sull’acquisto di un decoder (da scegliere in questa lista), ed è valido per gli abbonati Rai (in regola con pagamento del canone del 2010) di età pari o superiore ai 65 anni, con un reddito annuo (del 2010) pari o inferiore ai 10 mila euro. Il contributo, che in pratica è uno sconto sull’acquisto del decoder, è richiedibile presso il negozio di un rivenditore autorizzato (qui trovi l’elenco dei rivenditori). Basta fornire al negoziante i propri dati personali, il codice fiscale, e si deve compilare un modulo di autocertificazione. La maggior parte dei decoder che rientrano nel bonus statale sono però dei decoder interattivi (abilitati per le tessere delle tv a pagamento), che hanno un prezzo che si aggira intorno alle 80 euro.

  5. Ho una parabola da 80 cm con un decoder analogico per vedere le trasmissioni francesi,dal 39 novebre scorso dalla Francia non li vedi oiu perche dovrei munirmi di un decoder digitale numerico,loro dicono TRANSAT TNT.
    Io vorrei munirmi di questo decoder,potrei risevere dette trasmissioni? posso fornirmi in Italia di in decoder di questo tipo in modo che possa ritornare a vedere le trasmissioni televisive francesi?
    Grazie Giuseppe Tatasciore

    1. Ciao Giuseppe,
      per vedere i canali digitali francesi via satellite ti devi procurare un decoder sat compatibile con Fransat (che sfrutta il satellite Atlantic Bird) o TNTSat (che invece usa il satellite Astra) con relative tessere. Sono offerte satellitari senza abbonamento, come Tivù Sat italiano. Ma se hai la parabola puntata su Hot Bird (che riceve Sky) dovrai riorientarla su questi satelliti. La soluzione più semplice sarebbe quella dell’acquisto del decoder direttamente in Francia in modo da avere anche la smart card per vedere il bouquet di canali che dal passaggio al digitale della Francia è stato criptato via sat. Altrimenti dovrai acquistare un decoder sat compatibile con il sistema AC Viaccess (dotato di porta per smart card o di porta CI), e dotarti di tessera (per TNTSat o per Fransat) e se necessario di un modulo CAM (solo se il decoder ha la porta CI) compatibile.

  6. Ciao a tuttti!!

    Qualcuno mi può aiutare?!sto cercando un softwere per il mio hard disk mymovye i60t da media com?

    grazie per un Vs aiuto
    gabriel

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.