Focus Tv, dal 17 maggio sul canale 35 del digitale terrestre

focus tv

Focus Tv dal 17 maggio alle ore 21:15 cambia faccia e passa al canale 35 del digita­le terrestre di Mediaset. Il nuovo palinsesto? Non solo documentari, ma anche film e serie tv.

In seguito alla scadenza del contratto tra Discovery e il marchio Focus (Mondadori), il canale tematico sbarca dal 17 maggio nel bouquet di canali free di Mediaset passando dal numero 56 al numero 35 del dtt. Prenderà il posto di Mediaset Italia 2 che dal 14 maggio sarà trasmesso solo sul numero 120 del digitale terrestre. Dal 29 aprile Discovery metterà in onda sul canale 56 il nuovo canale Motor Trend.

Focus Tv targato Biscione avrà quindi una nuova gestione editoriale e programmazione rinnovata. La missione primaria dell’emittente resterà quella tipica di Focus: divulgare a 360° la scienza, la tecnologia e la storia partendo dal quotidiano, cioè dalle domande che ciascuno di noi si pone. Una nuova tv a caccia delle ultime scoperte umane, molto attenta a quello che accade nel mondo ma che non per­derà di vista l’Italia. Attualità e curiosità saranno infatti il filo rosso dell’ampio pa­linsesto, ma con un occhio al mondo italiano della ricerca in tutti i suoi aspetti.

«Il nuovo canale di Focus rappresenta per Mediaset una doppia scelta di cam­po», spiega Marco Costa, direttore dei canali tematici Mediaset. «La prima, mettersi al servizio della divulgazione culturale e investire sulla crescita della comunità. La seconda, non limitarsi ad adottare il marchio ma lavorare insieme a Focus. La rivista, infatti, ha trasformato la divulgazione in un vero e proprio me­todo. Questo grazie alla serietà nell’ap­profondire i temi, alla passione nel fare ricerca, alla leggerezza nel raccontare anche i concetti più complessi. Media­set, con Focus, amplia la propria offerta di canali tematici, allargando la scelta del telespettatore, credendo – ancora una volta – nella televisione generalista e gratuita».

interstellar

Il suo palinsesto sarà più ricco ed esclusivo: per cominciare 400 ore di prodotti inediti in Italia, che verranno messi in onda entro la fine dell’anno. Il racconto della scienza e della storia  passerà anche attraverso cicli di film documentaristici, che saranno sem­pre introdotti e commentati da esperti. E non mancheranno i kolossal, i film ci­nematografici di argomento storico, biografico e scientifico.

L’esordio alle 21:15 del 17 maggio con una prima assoluta: A year in space (docu-serie) della storia dell’anno che l’astronauta ameri­cano Scott Kelly ha vissuto un anno a bordo della Iss. Non mancheranno come detto i grandi film, da In­terstellar a The Martian, dalla Teoria del tutto a Jobs, e le serie tv spettacolari sull’esplorazione della Terra, l’avventu­ra umana nello spazio, le curiosità della scienza, gli eventi che hanno cambiato la Storia dal lontano passato fino ai grandi conflitti del Novecento e agli avvenimen­ti contemporanei.

Il film David Beckham – Into the wild, in cui l’ex stella del calcio inglese gira l’Amazzonia in moto, vivendo emozionanti avventure e qualche contrattempo insieme a tre storici amici, è uno degli appuntamenti da non perdere che ci prepara Focus Tv tra il 17 e il 21 maggio. Ci saranno anche le dieci puntate di Wings of war, dedicate alla storia degli aerei da guerra. E poi Fukushima, robot in hell e Il complotto di Chernobyl, due documentari che raccontano, da punti di vista differenti,i grandi disastri delle centrali nucleari.

david-beckam

Nella stessa settimana prenderà il via Undiscovered vistas, cinque puntate per un viaggio in alcuni degli ambienti meno conosciuti del pianeta: canyon e montagne, caverne e praterie, deserti e fiumi, sia come habitat naturali e paesaggi umani sia come territori di esplorazione da parte dell’uomo. E poi, ancora, Rooted, per percorrere le meraviglie della savana, e The secret llfe of the kangaroo per scoprire la vita del canguro nelle infinite pianure dell’Australia, e Life on the reef per entrare nel cuore delle grandi barriere coralline.

Allo spazio saranno dedicate intere serie di documentari. Da Space Tomorrow, che racconta la preparazione e la missione dell’astronauta Thomas Pesquet a bord della Iss, al ciclo Missioni spaziali, che ripercorre le tappe dell’esplorazione del cosmo: dall’allunaggio dell’uomo fino alle sonde lanciate sui pianeti più lontani. E poi ancora la scienza da bar… con Scientists walk into a bar, una serie di 8 puntate in cui tre ricercatori spiegano i fondamenti alla base dei fenomeni naturali attraverso semplici esperimenti e una candid camera che coinvolge i passanti.

La storia sarà raccontata attraverso tante docu-serie: come The story of Cod, in cui l’attore Morgan Freeman descrive i luoghi centrali delle più importanti religioni dell’uomo. E ancora Hitler’s world: the post war planSoviet megamonster, The great warAmong the bellevers. In cantiere anche un magazine televisi­vo settimanale per raccontare l’attualità scientifica, incontrare i protagonisti e non farci perdere nulla delle scoperte stupefacenti che spesso sfuggono agli altri media. Focus avrà tra i suoi volti Roberto Giacobbo, vicedirettore di Rai 2 e conduttore di Voyager sulla rete Rai.

Fonte: Focus

Scritto da