Discovery e ProSiebenSat.1 rafforzano l’alleanza contro Netflix

discovery prosiebensat.1 7tv

Il gruppo Discovery rafforza l’alleanza con ProSiebenSat.1 per contrastare l’avanzata di Netflix e delle tv Over The Top. In arrivo una nuova piattaforma tv online.

Dal 2019 infatti Discovery e la tv tedesca lanceranno una nuova piatta­forma sul web live e on demand con produzioni internazionali da una parte e locali dall’altra, oltre a un’offerta di sport. La nuova tv online sarà aperta anche all’ingresso di altri operatori, tan­to che le due società hanno fatto sapere di aver invitato a partecipare tv pubbliche e private cominciando da RTL, Ard e Zdf.

Nel settembre dello scor­so anno i due gruppi tv avevano annunciato una joint venture cominciando a offrire contenuti in comune su 7TV, un servizio web che permetteva l’ac­cesso a diversi canali live e a una libreria on demand. Nella nuova piattaforma saranno integrati sia 7TV, sia Maxdome, la tv online di ProSiebenSat.1 e anche Eurosport Player di Discovery.

Insomma il progetto prevede di contrastare l’espansione di Netflix (che in Germania attualmente ha 4 milioni di abbonati e continua a crescere) con la creazione di un grande contenitore accessibile dal web e da tutti i dispositivi connessi che può attirare un numero considerevole di utenti grazie all’offerta allargata di produzioni internazionali americane e locali.

L’obiettivo è quello di raggiungere i 10 milioni di utenti nei primi due anni, secondo le dichiarazioni di Max Conze, ad di ProSiebenSat.1, «e per questo stiamo mettendo in campo velocemente inve­stimenti molto significativi. Invito RTL, Ard e Zdf a unirsi a noi per poter avere un campione tedesco. Questo è solo l’inizio del viaggio, ora ci rim­bocchiamo le maniche», ha affermato Conze intervistato da ItaliaOggi.

L’offerta sarà suddivisa in una gratuita sostenuta dalla pubblicità e una premium con contenuti più pregiati. «Insieme a ProSiebenSat.1», ha det­to David Zaslav, presidente e amministratore delegato di Discovery, «stiamo costruendo un servizio di streaming di classe mondiale per nutrire i superfan in uno dei nostri più importanti mercati internazionali, creando al tempo stesso un nuovo modello af­finché gli spettatori possano godere dei loro contenuti pre­feriti». L’operazione sarà soggetta all’approvazione delle autori­tà Antitrust e la società sarà guidata dall’attuale ceo di 7TV Alexandar Vassilev, un ex manager di Google e YouTube, mentre Conze sarà presidente del cda e Jean Briac Perrette, presidente ceo di Discovery Networks In­ternational, rappresenterà il gruppo americano nel board.

In Italia una piattaforma simile era stata pensata, ma mai realizzata, dalla breve e conflittuale alleanza tra Mediaset e Vivendi. Oggi il Biscione sem­bra però più concentrato su altri fronti, in particolare sul futuro di Premium e sul raf­forzamento del free, anche se a livello europeo è già part­ner di ProSiebenSat (l’ulti­mo l’accordo sulla pubblicità anche con TF1). Discovery dal canto suo è già presente con i suoi contenuti, sport com­preso, nelle offerte delle telco, Vodafone tv e TIMVision, i soggetti che in Italia stanno aggregando varie offerte.

Fonte: ItaliaOggi

Scritto da