TV Capodistria: nuovo appello in difesa della presenza sul satellite

tv koper

La redazione di TV Capodistria lancia un accorato nuovo appello verso le istituzioni, le comunità e gli enti transfrontalieri per continuare le trasmissioni via satellite.

“La visibilità dei programmi italiani di TV Capodistria nel territorio di insediamento storico della Comunità Nazionale Italiana in Istria, Fiume e Dalmazia e, più in generale, nell’area transfrontaliera fra Slovenia, Italia e Croazia, costituisce uno dei principali strumenti non solo per l’affermazione della presenza della minoranza e la diffusione della lingua e della cultura italiana, ma è sempre stata uno dei principali fattori di veicolazione dei valori di convivenza attiva e di cooperazione in quest’area.

La trasmissione satellitare del segnale della nostra Emittente sul satellite Hotbird 13° est è diventata da qualche anno uno dei principali veicoli di diffusione dei nostri programmi; strumento fondamentale, irrinunciabile e non solo complementare, assieme al digitale terrestre e alla diffusione in streaming su internet, delle trasmissioni in lingua italiana di TV Capodistria. Grazie all’aiuto del Governo italiano, dal 2009, le nostre trasmissioni (in via sperimentale dal 2006) godono dell’importante supporto satellitare: un mezzo che ha consentito finalmente di superare, anche se solo parzialmente, quelle barriere politiche e amministrative che hanno impedito sinora la diffusione terrestre del nostro segnale nell’area complessiva di insediamento storico della comunità. Il satellite permette infatti di ricevere indisturbatamente le nostre frequenze in numerose zone dell’Istria, di Fiume, del Quarnero e della Dalmazia non coperte dal digitale terrestre (così come in gran parte d’Europa e nel Mediterraneo).

La diffusione via satellite ha dato altresì una nuova impronta e un nuovo slancio allo sviluppo del Progetto della Televisione Transfrontaliera. Un progetto nato nel 1999 con il sostegno delle massime organizzazioni rappresentative della minoranza italiana in Slovenia e Croazia e di quella slovena in Italia. Il progetto coinvolge  le redazioni di TV Koper-Capodistria e quelle della Sede Regionale Rai per  il Friuli Venezia Giulia. Quotidianamente TV Capodistria trasmette anche via satellite i telegiornali della sede Rai di Trieste e tutta una serie di trasmissioni settimanali curate dalla redazione giornalistica italiana, nonché quelle prodotte congiuntamente dalle redazioni italiane e slovene di Capodistria e Trieste.

Apprendiamo che la nostra presenza sul satellite potrebbe essere posta nuovamente in discussione per motivi di ordine economico, e che si starebbero valutando delle soluzioni alternative a quella della diffusione satellitare (fra cui quella della ritrasmissione terrestre, nell’Istria croata, attraverso la collaborazione con un’emittente privata, o dell’introduzione di particolari applicazioni per la ricezione via internet). Ribadiamo con fermezza che, al momento, non vi sono plausibili ed efficaci soluzioni alternative alla diffusione satellitare delle nostre trasmissioni; mezzo che ci ha consentito finalmente di sormontare gli ostacoli, impostici sinora dalle barriere nazionali, e dal pluriennale mancato accordo fra le autorità preposte di Slovenia e Croazia, alla ricezione di TV Capodistria nell’area complessiva di insediamento storico della comunità italiana.

Il digitale terrestre, data la sua limitata diffusione (per la potenza e la collocazione dei trasmettitori, la difformità degli standard MPEG di ricezione fra i singoli Stati, ma anche a causa dei vincoli legislativi nazionali), così come la ricezione in streaming via internet, oggi costituiscono dei validi mezzi complementari di diffusione del nostro segnale, ma non possono costituire, da soli, anche se parzialmente potenziati, delle valide alternative ad un’efficace e completa visibilità dei nostri programmi.

Tutti i media, e la nostra Emittente in particolare, puntano oggi a potenziare la loro offerta multimediale: il nostro impegno e la nostra speranza è dunque, nel prossimo futuro, se possibile, di rafforzare e articolare ulteriormente quest’offerta. Eliminare uno degli strumenti, quello satellitare, da noi considerato fondamentale per la nostra visibilità rischia di mettere in discussione il nostro pluriennale impegno  al servizio dei connazionali e lo stesso significato della nostra esistenza. Il sostegno della trasmissione satellite di TV Capodistria dai mezzi dello Stato italiano, rappresenta per il Programma Italiano di TV Capodistria un segnale forte, tangibile ed evidente del ruolo che gli viene riconosciuto dalla Nazione Madre nello svolgimento della sua funzione informativa, di mantenimento e di diffusione della lingua e della cultura italiana su questo territorio. Tale aiuto, del quale siamo estremamente grati, va inteso anche come un importante forma di partenariato tra Slovenia e Italia nei confronti di una realtà televisiva che è espressione e al servizio della Comunità Nazionale Italiana e del territorio transfrontaliero da oltre quattro decenni.

Chiediamo pertanto alle istituzioni della Comunità Nazionale Italiana in Slovenia e Croazia, agli Stati domiciliari e alla Nazione madre, così come alle strutture preposte della RTV  slovena, di individuare le soluzioni necessarie a garantire la continuità della trasmissione satellitare dei programmi di TV Capodistria e a migliorare la visibilità e la diffusione della nostra Emittente, al fine di consentirci di svolgere indisturbatamente la nostra funzione a sostegno della presenza della cultura, della lingua e dell’identità italiana in quest’area”.

Le Redazioni dei Programmi italiani di TV Capodistria

Fonte: rtvslo.si

Scritto da