TIMVision si rilancia con produzioni originali e i canali Mediaset

tim timvision telecomTIMVision, la piattaforma di streaming on demand a paga­mento di TIM, cerca di rilanciarsi nel mercato degli OTT con nuove produzioni originali e nuove alleanze.

Nel mercato emergente degli Over The Top TV la tv online di Telecom prova ancora una volta a rilanciarsi. Per questo motivo i vertici di TIM a inizio 2019 hanno deciso di affidare a Luca Josi la direzione Brand strategy media & multime­dia entertainment, allargando le responsabilità dello stesso Josi al futuro di TIMVision e alle attività di intrattenimento, e mettendo Daniela Biscarini, responsabile Multimedia entertainment & con­sumer digitai services, a diretto riporto di Josi.

TIMVision è una realtà importante tra gli OTT nazionali. Conta oltre 1,5 milioni di clienti stimati, un decoder TIMBox che consente l’accesso, tra gli altri, ad Amazon Prime Vi­deo, Netflix, DAZN, i canali di Eu­rosport e l’ott Eurosport player, il gaming di TIMgames o le app di Google Play. Costa 4,99 euro al mese (prezzo base). Ha un catalogo piuttosto ricco, con ol­tre diecimila titoli tra film, docu­mentari, cartoni animati e serie tv come Lost, Teen Wolf, Humans o UnReal. Ma non ha ancora espresso tutte le sue potenzialità nel mercato nazionale.

timvision on demand

Dal 2018 TIM ha spinto sulla produzione di serie tv e film ori­ginali, provando a dare maggiore identità alla piattaforma. Gli investimenti, circa 150 milioni di euro l’anno, hanno avviato produzioni originali di contenuti, e hanno finalizzato accordi con alcuni dei principali player del set­tore (Wildside, Lucky Red, Cross productions, Oplon film, Bibi film, Fandango, Vision distribution, ed altri). Dallo scor­so anno infatti sono arrivate sulla piattaforma online le serie tv originali Skam Italia, Dark Polo Gang – La serie, L’estate infinita, L’amica geniale e Sinatra.

Le produzioni di TIMVision arrivano anche al cinema, con film originali come Ride (con Lucky Red e Mercurious), Manuel (coproduzione con Bibi film), o Bangla, che uscirà nelle sale italiane il 16 maggio per una co­produzione insieme con Fandan­go: una bella e divertente storia d’amore ambientata a Torpignat­tara, Roma, tra un 22enne musul­mano italiano di origini bengalesi, che si definisce 50% italiano, 50% bangla, 100% Torpignatta, e una ragazza di Roma Nord.

Gli obiettivi sono più che ambi­ziosi poiché, anche grazie alle pro­duzioni originali, il piano presen­tato nel 2018 puntava ad arrivare a 4,5 milioni di clienti TIMVision nel 2020. E potrà dare una bella spinta anche l’accordo di ritra­smissione operativo dal prossimo luglio, con tutte le reti Mediaset gratuite visibili sull’offerta a pagamento TIMVision, accordo che si estende anche alle funzionalità on demand ora disponibili solo ai clienti di Mediaset.it.

Fonte: ItaliaOggi

seo sito web adv
Scritto da