Tv Digital Divide - Articoli Postati nella Categoria " cgil "

  • Rai, il piano di Gubitosi: taglio dei Tg e accorpare le redazioni

    Il direttore generale della Rai, Luigi Gubitosi, ha chiesto un cda straordinario per mercoledì 23 luglio per esporre la sua riforma dell’informazione sulla tv pubblica, a cui starebbe già lavorando un gruppo di 4 persone. Secondo quanto scrive oggi Repubblica, le edizioni giornaliere di Tg1, Tg2 e Tg3 (21 al giorno) potranno essere ridotte fino […]



  • Rai: entro l’anno la riforma di governance e canone

    Il 6 maggio del 2016 scadrà l’attuale convenzione ventennale con lo Stato. Un “appalto” da oltre un miliardo e mezzo di euro l’anno. Ma per aprire il grande dibattito su che cos’è e cosa dovrà essere il servizio pubblico televisivo, il governo Renzi ha deciso che non aspetterà così tanto. L’esecutivo sta lavorando alle linee […]


  • Rai, Gubitosi: accorperemo i canali digitali e tg

    Il direttore generale Rai Luigi Gubitosi nel corso del convegno “Televisione e Internet: operazione 2016” ha dichiarato che si sta pensando di accorpare alcuni dei canali Rai digitali e di alcuni Tg.«Probabilmente lo faremo, ma non voglio anticipare nulla. Diciamo che sicuramente non sono destinati ad aumentare», è stata per l’esattezza la risposta di Gubitosi […]


  • Rai, i sindacati diffidano il Ministero dello sviluppo

    Si fa più ruvido il confronto tra sindacati e governo sui tagli Rai. Le segreterie nazionali Slc-Cgil e Uilcom-Uil, con le associazioni dei consumatori Federconsumatori e Adusbef hanno notificato una diffida al ministro dello sviluppo economico in base all’articolo 3 del decreto legislativo 20 dicembre 2009, n. 198. «La diffida – annuncia una nota congiunta […]


  • Rai, salve le sedi regionali dai tagli del decreto Irpef

    Dopo il via libera di ieri dalle Commissioni Bilancio e Finanze del Senato all’articolo 21 del decreto Irpef, il governo conferma il taglio di 150 milioni a carico della Rai, ma attraverso un’emendamento dei relatori salva le sedi regionali della tv pubblica. Inoltre il provvedimento conferma la cessione di una quota di Rai Way e […]



  • Rai, si allontana l’ipotesi del ricorso contro il decreto Irpef

    Niente da fare, il governo Renzi tira dritto: la Rai deve contribuire alla spending review prevista dal Dl 66/2014 dell’aprile scorso. E il premier non eletto bolla come “iniziativa umiliante” lo sciopero dell’11 giugno indetto dai sindacati della tv pubblica. Il prelievo di 150 milioni di euro derivanti dal canone costringerà l’azienda tv di Stato, a […]


  • Rai tra tagli, scioperi e la voglia impossibile di riforma

    Giorni di mobilitazione in Rai. I sindacati hanno indetto per l’11 giugno uno sciopero unitario e compatto contro il «prelievo» della spending review di 150 milioni di euro deciso dal governo col decreto Irpef. Un taglio di risorse derivanti dal canone che è stato definito «drastico» e che, sottolineano i promotori della protesta, «non colpisce […]


  • Rai, il governo taglia e l’azienda licenzia

    «Il Piano industriale, alla luce delle disposizioni del decreto Irpef, non è più sostenibile». Lo ha detto ieri il dg Rai Luigi Gubitosi durante l’audizione in Commissione di vigilanza, spiegando che «la relativa revisione non potrà prescindere da una ridefinizione del perimetro del Gruppo anche in termini di offerta/attività. Occorrerà parallelamente ridefinire i livelli occupazionali […]


  • Rai, Pace: i 150 mln di tagli del decreto Irpef sono incostituzionali

    «La riduzione di 150 milioni di euro nel 2014 alla Rai, prevista dal quarto comma del decreto 66/2014, è incostituzionale e i consiglieri di amministrazione di viale Mazzini che non votassero per opporsi potrebbero risponderne personalmente». A dirlo è Alessandro Pace, già presidente dell’Associazione Italiana dei Costituzionalisti, nella relazione chiesta e presentata ieri dall’Usigrai e […]


  • Rai Way, chi si nasconde dietro la svendita?

    La Rai va avanti con la vendita (svendita) di Rai Way. Ma quali interessi potrebbero esserci dietro la privatizzazione dell’asset infrastrutturale della tv pubblica? Per recuperare i soldi dei tagli previsti dal governo, il cda Rai ha già avviato le consultazioni con le banche d’affari per studiare la miglior soluzione per valorizzare della società che […]


  • Rai verso sciopero generale contro i tagli del governo

    Le assemblee dei dipendenti Rai hanno dato mandato ai sindacati di indire una giornata di sciopero contro le decisioni assunte dal governo, ossia il taglio delle risorse al servizio televisivo pubblico per 150 milioni di euro. Le assemblee delle lavoratrici e dei lavoratori Rai, svoletesi in tutta Italia, sono state indette dalle segreterie nazionali di […]


  • Rai, primo ricorso contro i tagli del governo

    Primo ricorso contro il decreto del governo con il taglio di 150 milioni di euro ai trasferimenti per la Rai. Lo ha annunciato il segretario Usigrai, Vittorio Di Trapani, in apertura dell’assemblea pubblica di protesta. Il sindacato ha dato mandato al professor Alessandro Pace di valutare la legittimità del provvedimento. Ieri il dg Rai Luigi […]


  • Rai Way verso la quotazione. Entro domani la risposta di Rothschild e Lazard

    La Rai accelera l’operazione di collocamento sul mercato della minoranza di Rai Way, la società alla quale, da oltre 14 anni, è stata trasferita la proprietà delle infrastrutture e degli impianti per la trasmissione e diffusione televisiva e radiofonica. Nei giorni scorsi l’azienda pubblica presieduta da Anna Maria Tarantola e guidata da Luigi Gubitosi ha […]


  • Rai Way, arriva lo sciopero contro la svendita delle torri

    I lavoratori e i tecnici di Rai Way, l’asset della tv pubblica che gestiosce le torri di trasmissione televisive, protesta contro la cessione di una quota della società prevista in questi giorni nel nuovo piano industriale previsto dal Cda Rai. I sindacati hanno indetto infatti una giornata di sciopero per il 10 maggio, limitatamente all’Unità […]


  • Crisi tv locali, TeleStudio licenzia 10 dipendenti

    La crisi del comparto delle emittenti radiotelevisive locali continua a mietere vittime. Dieci dipendenti di TeleStudio, storica emittente torinese hanno ricevuto la lettera di licenziamento, provvedimento purtroppo nell’aria, annunciato da pesanti ritardi nei pagamenti nel corso degli ultimi tre anni. «E’ l’ennesimo anello che si aggiunge alla catena degli stati di crisi nell’emittenza radiotelevisiva privata, […]


  • Crisi tv locali, la vittoria di Rete Kalabria

    Manca solo il burocratico suggello della firma, ma la vertenza “Rete Kalabria” può considerarsi già chiusa nel migliore dei modi: con il ritiro di tutti i licenziamenti, la regolarizzazione di tutte le posizioni contrattuali attraverso l’applicazione, a tempo indeterminato, del contratto nazionale di lavoro giornalistico Fnsi-Aeranti Corallo a tutti e cinque giornalisti (4 full-time e […]


  • Crisi tv locali, altri due giorni di sciopero per i giornalisti di Sardegna 1

    Sono state proclamate per domani e venerdì la quarta e quinta giornata di sciopero totale in audio e video decise dai dipendenti dell’emittente tv Sardegna 1, dal 3 ottobre riuniti in assemblea permanente. Dopodomani una delegazione parteciperà alla manifestazione organizzata a Cagliari da Cgil, Cisl e Uil in occasione dello sciopero nazionale di quattro ore. […]


  • Tv locali a rischio chiusura: il caso del Piemonte

    Tirano venti di crisi anche sulle tv e sulle radio locali piemontesi: il passaggio al digitale terrestre, complicato in tutta Italia, ma soprattutto in Piemonte dove è stato spezzato in due tempi, fra Torino e Provincia prima, poi il resto della regione. A lanciare l’allarme la capogruppo della Federazione della Sinistra Eleonora Artesio e Igor […]


Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Web Magazine sul mondo della TV Digitale