Diritti TV, Sky pensa al ricorso all’Antitrust insieme alle telco

sky dazn antitrust

Sky Italia starebbe valutando di accordarsi con i vari operatori tlc (Vodafone, Wind Tre, Open Fiber, Iliad e Fastweb) per fare una segnalazione all’Antitrust sull’accordo tra DAZN e TIM per la gestione dei diritti TV della Serie A.

Dopo la clamorosa e a dir poco azzardata offerta da 500 milioni rifiutata da DAZN, Sky non molla la presa e intraprende altre strade nella guerra dei diritti TV. Secondo quanto appreso da più fonti del settore da MF-Milano Finanza, la pay-tv satellitare sta valu­tando l’opportunità di accodarsi ai vari gruppi tlc che hanno già protestato con l’Antitrust (Vodafo­ne, Wind Tre, Open Fiber, Iliad e Fa­stweb) e palesare formalmente, con una segnalazione all’Authority garante della concorrenza, dubbi e perplessità sull’accordo commerciale siglata da DAZN e TIM per la gestione e lo sfrutta­mento in esclusiva dei diritti TV della Serie A 2021-2024.

Inoltre secondo indiscre­zioni di mercato da confermare, Sky starebbe cercando di capire se vi sia la possibilità di illustrare la situazione di presunta concentrazione e distorsione del mercato delle immagini del calcio anche all’Antitrust europeo.

Del resto non sono stati resi noti al mercato i dettagli dell’intesa tra l’ex Telecom e DAZN. Non si sa se il patto è valido per un solo anno o per tutte e tre le stagioni calcistiche. L’unica certezza è che TIM ha garantito 340 milioni su base annua a all’OTT di Blavatnik che ha staccato un assegno da 840 milioni alla Lega Serie A per assicu­rarsi tutti i 10 match (7 in esclu­siva) a giornata dei prossimi tre campionati, mentre Sky ha solo 3 partite in co-esclusiva.

Il colpa di scena dell’offerta da 609 milioni di dollari da parte di Sky all’OTT sportivo, rispedita al mittente nel giro di poche ore, forse era un modo poco ortodosso per far uscire allo scoperto DAZN e per certificare il rapporto di esclusiva con TIM. Accordo che non è visto di buon occhio neanche da Vodafone (che ha avviato una causa sugli accordi improvvisamente rescissi per la app DAZN su Vodafone TV), Wind Tre, Iliad, Open Fiber e Fastweb.

Fonte: MF Milano Finanza

seo sito web adv
Scritto da