Crac Dahlia Tv, per i diritti del calcio scontro frontale tra Sky e Mediaset

Dalle ceneri della defunta pay-tv Dahlia in liquidazione si gioca in queste ore un’importante sfida tra i colossi della televisione italiana per i diritti tv del calcio. Mediaset infatti è pronta ad accaparrarsi a prezzo stracciato l’esclusiva sulle trasmissioni sul digitale terrestre perse da Dahlia Tv per tutta la Serie B e forse per alcune delle 8 squadre di Serie A. Ma Sky con un provvediento d’urgenza ha fatto ricorso alla magistratura bloccando le assegnazioni dei diritti delle due Lege Calcio fino a venerdì 4 marzo.

La partita per l’assegnazione delle licenze di trasmissione a pagamento dei match dei campionati di calcio è aperta anche per l’operatore pay del digitale terrestre Europa7 e per ImOve, società di intermediazione dietro la quale forse si nasconde il Coni e Made Filmmaster Tv. Ma la proposta di R.T.I. (per Mediaset Premium) sembra per ora imbattibile perchè, a un basso costo dei diritti ma equo per la Lega, garantirebbe, a quanto pare, la visione grautita delle partite agli ex-abbonati di Dahlia Tv attraverso il nuovo servizio in streaming e Over The Top di Premium Net Tv, assumendosi la responsabilità dei costi di produzione e di telecronaca degli eventi.

Sky però non ci sta, avendo pagato nel 2009 la bellezza di 574,5 milioni di euro per i diritti televisivi di Serie A e B del biennio 2010/12, e lo ha notificato al Tribunale di Milano che si pronuncerà domani sul ricorso ex art. 700 c.p.c. per la cessione dei diritti tv da parte della Lega Calcio a Mediaset Premium. In questo modo il Biscione non solo otterrebbe i diritti a prezzo scontato, non solo spezzerebbe l’attuale esclusiva Sky sul campionato cadetto, ma potrebbe vendere i match a prezzi molto vantaggiosi rispetto a quelli del concorrente satellitare. Il rischio reale per Sky sarebbe la perdita di numerosi abbonati.

La Lega Serie B però ha fretta. Vuole assegnare subito i diritti tv per non perdere altre preziose partite di questo week end. «Ci sono molti abbonati, circa 250.000 (80.000 quelli della Serie B, ndr), che attendono una soluzione anche parziale del problema» dichiara Andrea Abodi, presidente della Lega Serie B a margine dell’assemblea delle società cadette tenutasi a Milano ieri. «Venerdì mattina verrà discusso un provvedimento d’urgenza sulla base di un esposto presentato da Sky che è un atto a tutela dei loro interessi. Ma facciamo fatica obiettivamente a individuarne le ragioni – ha continuato Abodi – tuttavia le rispettiamo nell’ambito di una relazione rispettosa per il ruolo che Sky ricopre nella gestione dei nostri interessi. Se venerdì mattina i giudici ci dessero l’ok, noi saremmo nelle condizioni di aprire immediatamente un negoziato. – ha aggiunto ancora Abodi – Non escludo pertanto che già sabato 5 marzo si possa andare in onda anche attraverso il digitale terrestre. Mi auguro infine che si riescano ad applicare condizioni di favore a tutela degli ex abbonati Dahlia Tv»

Intanto l’Antitrust, che ieri ha ammonito le due Leghe Calcio per il meccanismo di assegnazione adottato (vendita con trattativa privata), ha avviato un procedimento per pratica commerciale scorretta nei confronti di Dahlia Tv per verificare se l’emittente in liquidazione abbia fornito adeguate informazioni sull’interruzione della trasmissione delle partite di calcio e delle altre trasmissioni e se abbia adottato iniziative per tutelare i diritti di chi aveva già acquistato il pacchetto ed evitare che proseguissero gli acquisti presso la rete commerciale. Nell’ambito dell’istruttoria, si legge in un comunicato, l’Antitrust ha chiesto informazioni anche alla Lega Calcio e a Telecom Italia per conoscere eventuali misure adottate per evitare l’interruzione delle trasmissioni e le informazioni fornite agli utenti finali.

Aggiornamento 04/03/2011: il Tribunale di Milano ha rinviato a lunedì 14 marzo la decisione definitiva sullo sblocco dell’assegnazione dei diritti televisivi del campionato di calcio di Serie B.

6 thoughts on “Crac Dahlia Tv, per i diritti del calcio scontro frontale tra Sky e Mediaset

  1. Pingback: notizieflash.com
  2. sono un abbonato dahlia e se non riusciro’ piu’ a vedere gli eventiche interessanochiedero’ il rimborso ,e’ un mio diritto

  3. Comunicato Stampa(4/3/2011)

    DAHALIA TV: LA SOCIETÀ IN LIQUIDAZIONE. DANNEGGIATI MOLTI CITTADINI. LA FEDERCONSUMATORI HA GIÀ INVIATO UNA DIFFIDA

    Positiva l’azione dell’Antitrust nell’avviare un procedimento per possibile pratica commerciale scorretta attuata dalla Società televisiva Dahlia Tv nei confronti degli utenti che dal 25 Febbraio scorso sono stati privati della visione delle partite preacquistate con abbonamento o tessera prepagata.
    La Federconsumatori ha inviato una diffida nei confronti della Dahlia Tv affinché vengano totalmente rimborsati i costi pagati dagli utenti. Disagi di questo tipo non sono accettabili, per questo è urgente adottare misure che permettano di sradicare, una volta per tutte, i comportamenti scorretti che determinano tali sanzioni.
    È evidente, infatti, visto il susseguirsi di questi casi, che le sanzioni non costituiscono più un reale deterrente per i comportamenti scorretti dei gestori.
    “È necessario, quindi – sostengono Federconsumatori e Adusbef -che le Autorità possano intervenire non solo con sanzioni pecuniarie, ma anche di carattere amministrativo, che arrivino, se necessario, fino alla sospensione dell’attività dei gestori.”
    Informiamo i Cittadini che dovranno rivolgersi alle nostre sedi Federconsumatori per predisporre una richiesta di rimborso della somma pagata alla Società per recuperare anche un eventuale risarcimento danni.

  4. Dahlia Tv: rinviata al 14 marzo la decisione sui diritti della Serie B

    Claudio Marangoni, giudice della prima sezione civile del Tribunale di Milano, ha rinviato a lunedì 14 marzo la decisione definitiva sullo sblocco dell’assegnazione dei diritti televisivi del campionato di calcio di Serie B e di otto squadre di Serie A. Dopo il fallimento di Dahlia Tv, 280mila abbonati attivi sono rimasti senza servizio, perché l’effetto immediato derivante dalla liquidazione di Dahlia è stato l’oscuramento della Serie B sul digitale terrestre con il ritorno dei diritti in mano alla Lega. Gli attori in pista per aggiudicarsi i diritti sono oggi Mediaset, I-Move ed Europa 7 (per le otto squadre di Serie A) e Mediaset e Europa 7 per la Serie B. Il procedimento era stato avviato dopo il ricorso d’urgenza di Sky della scorsa settimana, quando Mediaset era stata a un passo dall’aggiudicarsi i diritti. Nei prossimi giorni le parti in causa nel procedimento milanese, Sky (9 marzo) e la Lega calcio di Serie A e di Serie B (11 marzo), dovranno depositare le memorie difensive.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.