Aeranti-Corallo: “il bando per lo Switch-off della Liguria va rifatto”

Le associazioni delle tv locali si oppongono al bando, appena pubblicato dal Ministero dello sviluppo economico, per l’assegnazione delle frequenze alle tv locali nella regione della Liguria, che eseguirà il passaggio al digitale terrestre tra il 10 ottobre e il 2 novembre.

L’Avv. Marco Rossignoli, coordinatore Aeranti-Corallo, ha dichiarato con un comunicato:

«Aeranti-Corallo conferma il proprio giudizio assolutamente critico sulle nuove modalità di transizione al digitale e ritiene, pertanto che debbano essere completamente cancellate le inaccettabili norme che relegano l’emittenza televisiva locale ad un ruolo assolutamente marginale del sistema televisivo, con evidenti conseguenze per il pluralismo informativo e per l’occupazione lavorativa nel comparto».

«Le emittenti che non risulteranno utilmente collocate in graduatoria non riceveranno l’assegnazione delle frequenze di trasmissione e potranno quindi svolgere solo l’attività di fornitore di contenuti. Per tali emittenti sarà come avere la patente di guida senza avere però l’automobile. Aeranti-Corallo ritiene che l’intero processo di digitalizzazione debba essere ripensato recuperando risorse frequenziali per le tv locali. Occorre anche –  – rivedere i tempi della transizione nelle regioni ancora da digitalizzare anche perché non sembra che possano essere rispettati i tempi tecnici per gli Switch-off previsti dal calendario ministeriale», ha concluso seccamente Rossignoli.

Fonte : digital-sat.it

Scritto da