Tv Digital Divide - Articoli Postati nella Categoria " mario monti "

  • Asta Frequenze, Sassano: “Rai e Mediaset non sono sulla stessa barca”

    «Ha ragione Corrado Passera: per come stanno le cose al momento Rai e Mediaset possono partecipare all’asta, ma non è detto che facciano le stesse scelte perché sono in posizioni diverse». Così Antonio Sassano, tra i massimi esperti italiani di frequenze televisive, delinea con l’ANSA i possibili scenari legati alla nuova asta. Secondo l’ingegnere e […]


  • Rai: parte in Parlamento la discussione per la riforma

    Gli uffici di presidenza delle commissioni Trasporti e Cultura della Camera, riuniti in sede congiunta, hanno deciso di avviare la discussione in sede referente delle proposte di riforma della Rai. Una riforma che però potrebbe rivelarsi un fuoco di paglia nell’ottica dell’indipendenza della tv di Stato dalla politica. L’esame inizierà il 3 maggio, il giorno […]


  • Mediaset e Pdl: su asta frequenze questione non è chiusa

    Nel giorno della fondamentale assemblea degli azionisti di Mediaset, chiamata ad approvare i claudicanti conti 2011, il presidente Fedele Confalonieri ritorna sull’argomento (caldissimo) frequenze tv. «La polemica sulla gratuità delle frequenze è strumentale. Calendario alla mano è iniziata alla fine dell’estate proprio mentre era alle battute finali la procedura di assegnazione delle frequenze in Beauty […]


  • Asta frequenze: separare Tv da Reti aprirà il mercato

    Il dado è tratto. Anzi l’asta per le frequenze tv. In seguito all’annullamento del famigerato Beauty Contest e alla disposizione dell’emendamento che porterà a una nuova gara, il governo ha deciso di mettere in vendita i canali. E mentre scoppiano le polemiche e le conseguenti schermaglie tra Pd e Pdl, la patata bollente passa nelle […]


  • Asta Frequenze: Commissione Ue approva la nuova gara

    La Commissione europea dà luce verde alla decisione del governo tecnico di cancellare il cosiddetto Beauty Contest per l’assegnazione delle frequenze tv, sostituendolo con un’asta onerosa. Lo dice in una nota il commissario Ue alla Concorrenza Joaquin Almunia aprendo la strada alla chiusura della procedura di infrazione aperta nei confronti dell’Italia nel 2006 a causa […]



  • Frequenze: il governo annulla il Beauty Contest. Asta entro 120 giorni

    Il Consiglio dei Ministri che si è riunito ieri intorno alle ore 17,45 a Palazzo Chigi, all’interno del disegno di legge di semplificazione fiscale in Parlamento, ha approvato la presentazione di un emendamento contenente le misure per l’annullamento della procedura di gara non competititva, nota come Beauty Contest, per l’uso efficiente e la valorizzazione economica dello […]




  • Asta frequenze tv: non arriva ancora l’ok dalla Commissione Europea

    La Commissione europea sta ancora valutando il piano italiano, redatto dal Ministero dello sviluppo, per indire un’asta per l’assegnazione delle frequenze del digitale terrestre e nega di avere già dato il via libera a tale operazione. «Non è stato dato alcun via libera a questo punto, a dispetto di quanto riportato da alcune fonti di […]


  • Frequenze tv: partono le trattative per la nuova asta

    L’asta delle frequenze tv s’ha da fare, se pur spacchettata e a breve termine. Lo ho dichiarato ieri il ministro Corrado Passera che ha definitivamente affossato il concorso di bellezza che avrebbe regalato i canali a Mediaset e Rai. L’annuncio della partenza della nuova gara che metterà in vendita i 6 multiplex a potenziali nuovi […]


  • Frequenze tv, Passera: “via il Beauty Contest, sarà un’asta a pacchetti”

    La Repubblica titola stamane in prima pagina la svolta del governo sull’assegnazione delle frequenze televisive. Il Beauty Contest sarà annullato e partirà un’asta onerosa a pacchetti (e probabilmente a basso costo), ha dichiarato il ministro dello sviluppo Corrado Passera. Nessuna frequenza tv in regalo per le televisioni nel contestatissimo concorso di bellezza. «Il beauty contest […]


  • Beauty Contest: Rai e Mediaset dribblano l’asta per le frequenze tv

    Per Rai e Mediaset la tribolata gara per le frequenze tv potrebbe divenire superflua. Secondo MF – Milano Finanza è in esame al governo un decreto di revisione del cosiddetto pacchetto frequenze telecom, che, tra le altre cose, razionalizza l’uso dello spettro elettromagnetico. La norma è prevista all’interno del decreto di recepimento delle direttive Ue […]


  • Beauty Contest: e se Mediaset uscisse dalla gara per le frequenze tv?

    Mancano pochi giorni alla scadenza della sospensione del concorso di bellezza delle frequenze tv. Solo un paio di settimane d’attesa per ascoltare le dichiarazioni in merito annunciate tra il 19 e il 20 aprile dal ministro Passera. Ma secondo Stefano Carli di La Repubblica il governo tecnico avrebbe già in tasca la soluzione: un’asta competitiva […]


  • Il governo Monti e l’invasione degli ultratecnici in Rai e Agcom

    Il professore ci ha preso gusto. Dalle nomine dei suoi ministri e sottosegretari del suo governo non ha più smesso, e fra un taglio alle pensioni e una liberalizzazione di scorta, continua ad assegnare (o almeno ci prova) le poltrone delle istituzioni pubbliche e le posizioni di rilievo agli esperti e super-tecnici del solito giro. […]


  • Rai: il Pdl rispolvera Lei, ma sul dg incombe un deficit da 200 mln

    Il dg Lorenza Lei è in campagna elettorale, a caccia di un improbabile secondo mandato Rai, nonostante gli appoggi politici e religiosi che l’avevano proiettata ai vertici di viale Mazzini, cioè il Pdl e la Cei, siano molto più freddi. Proprio ieri le quotazioni della Lei sono però risalite secondo le parole di Alfano: «Il direttore […]


  • Rai: il piano (impossibile) di Monti, nessun politico in Cda

    La riforma soft della Rai pensata dal governo Monti continua a far nascere mille ipotesi di cambiamento. Una revisione promessa del sistema televisivo pubblico, ma ancora lontana e incerta, del tutto simile a quella fatta per la gara a beauty contest per le frequenze tv. La legge Gasparri non si tocca (ha imposto il Pdl), […]


  • Rai: ipotesi proroga Cda, mentre la Lega punta alla presidenza

    Il Cda Rai si avvia alla scadenza prevista per il 28 marzo, giorno della pubblicazione del Bilancio, e ancora non si sa cosa accadrà. Scartata l’ipotesi di revisione della legge Gasparri, il governo, sotto  le pressioni del Pdl,  starebbe pensando a una riforma soft di governance con l’elezione di un direttore generale-commissario dai super poteri. […]



  • Rai, Verna (Usigrai): “Da commissariare è la politica”

    La Rai è stanzialmente meno costosa e più seguita delle televisioni pubbliche di Gran Bretagna, Germania e Francia, quindi ad essere commissariata non dovrebbe essere la televisione di Stato, ma la politica e la sua invadenza. Lo afferma in un comunicato il segretario dell’Usigrai, Carlo Verna. «I conti e il loro risanamento non sono la […]


Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Web Magazine sul mondo della TV Digitale