Sky distanzia Rai e Mediaset per fatturato. Discovery leader fra i piccoli

sky mediaset rai ricavi 2019

Nella classifica fat­turati dei grandi gruppi televisivi in Italia, Sky ormai stacca piuttosto nettamente la concorrenza con i suoi cir­ca 3 miliardi di euro incassa­ti nel 2018 (+3,8% sul 2017) per 99,59 milioni di utili.

E il divario si potrebbe allargare nel 2019, quando sui conti del gruppo controllato da Com­cast si faranno sentire gli ef­fetti dei nuovi abbonati con­quistati sul digitale terrestre e pure la crescita della raccol­ta pubblicitaria, in cui Sky è tra i pochi poli tv ad avere un andamento positivo.

A oltre 400 milioni di euro di distanza c’è la Rai, che con i suoi 2,578 miliardi di euro cala dell’1,7% sull’esercizio 2017. E con una quota di ca­none che dovrebbe diminuire nel 2019, così come i ricavi da pubblicità, si può prevedere un solco sempre più ampio col leader Sky. Lo stesso discorso vale per Mediaset, che in Italia ha chiuso il 2018 a quota 2,421 miliardi di euro (-5,2% sul 2017), e che sta perdendo circa il 5% pure nel 2019.

Il mercato televisivo, in sostanza, si potrebbe anche fermare qui, poiché i tre big, da soli, valgono circa il 92% del business totale.

Nella corsa degli altri, il gruppo più solido è Discovery Italia (con i canali NOVE, Real Time, Dmax, Eurosport, ecc) che, in base a stime di Ita­liaOggi , dovrebbe chiudere il 2018 con ricavi consolidati attorno ai 250 milioni di euro, in leggera crescita sui 244 mln del 2017.

Il 2019, però, potrebbe avere qualche criti­cità per il broadcaster ame­ricano: la raccolta pubblicita­ria, che rappresenta la quasi totalità dei ricavi Discovery, tra gennaio e aprile è calata del 2,7%; inoltre, a differen­za che nel 2018, dal maggio 2019 la raccolta dei canali di Eurosport è passata alla concessionaria Sky Media; infine, il rinnovo del contratto di partnership tra Discovery e la piattaforma Sky, firmato nel dicembre 2018 e che avrà durata triennale, è avvenuto a condizioni meno favorevoli rispetto al passato.

ricavi gruppi tv sky Rai Mediaset Discovery La7 Fox Italia Viacom

Comunque Discovery rima­ne di gran lunga il leader dei poli televisivi più piccoli. E tiene a quasi 100 milioni di stanza il gruppo Fox Italia, che ha chiuso l’esercizio 2018 a quota 168 milioni di euro, in discesa del 2%. Probabile che nel 2019 i conti di Fox, a livello di fatturato, siano in peggioramento. Non molto lontano c’è La7. Il network di Cairo Commu­nication ha raccolto 149,2 mi­lioni di euro nel 2018 (+8,2% sul 2017) e continua pure nel 2019 a marciare bene: +5,1% nei primi quattro mesi dell’anno. Infine, il gruppo Viacom Italia (Paramount channel, Mtv, Nickelodeon ecc.), che nel 2018 ha avuto la perfor­mance migliore di tutti con un +18,4% e un fatturato complessivo pari a 80,4 mi­lioni destinato a salire nel 2019.

In generale, si fanno anco­ra soldi col business della tv: Mediaset Italia, nel 2018, si è portata a casa 368 milioni di euro di utili, Sky Italia qua­si 100 milioni, Viacom Italia 56,8 milioni di utili (c’è stata una operazione eccezionale infragruppo), non è noto il risultato netto di Discovery (che comunque nel 2017 ave­va chiuso con 21,6 milioni di utili), Fox Italia ha una otti­ma performance con 13 mi­lioni di utili, e solo Rai e La7 chiudono in pareggio.

Fonte: ItaliaOggi

seo sito web adv
Scritto da