Netflix supera Canal+ in Francia

Netflix

4 anni e mezzo dopo il suo esordio Netflix è divenuto il primo operatore pay-tv in Francia per numero di abbonati. La tv online ha superato i 5 milioni di utenti e ha sorpassato Canal+ che rimane a 4,7 milioni.

Netflix è arrivata in Francia nel 2014. Dopo quattro anni e mezzo, e molti mutamenti nel mercato dell’intrattenimento tv, la tv online di Reed Hastings è diventato il principale operatore di pay-tv in Francia per numero di abbonati, secondo informazioni reperite da Le Figaro.

Canal+ rimane a 4,757 milioni di abbonati individuali (dati di novembre).  La pay-tv del gruppo Vivendi, ormai secondo competitor di Netflix, primeggia ancora per i ricavi: il suo reddito per abbonato rimane molto più alto rispetto a Netflix, 40 euro contro una 12 euro della Tv Over The Top. In termini di utilizzo, i francesi passano tra l’1% e il 2% del proprio tempo di fronte ai programmi di Netflix, e sono ancora lontanissimi dal 10% passato dagli utenti USA. Secondo uno studio del NPA Conseil, in media, 1,7 milioni di francesi guarda ogni giorno in prima serata Netflix (tra il 60-70%) e altri servizi di video on demand. In questa fascia oraria la pay-tv online è addirittura diventato il quinto canale francese. E gli investitori dei mercati finanziari hanno iniziato a prendere in considerazione l’impatto sul pubblico dei servizi di VOD e SVOD.

La tv online di Los Gatos (California) ha raggiunto lo scorso aprile 3,5 milioni di abbonati, e la crescita nel 2018 non è si arrestata. Netflix aprirà la sua sede francese quest’estate a Parigi con uno staff iniziale di 20 persone, che dovrebbe crescere come quello della sede di Londra fino a circa 70 dipendenti.

Per concorrete sul mercato tv Canal+ sta per attuare una strategia di differenziazione posizionandosi con nuovo modelli di offerta pay che offre sia sport che fiction. La tv a pagamento di Vivendi vuole espandere la sua base di abbonati e attirare nuovi clienti con opzioni più economiche, ad esempio con offerte di pacchetti per il target giovani a circa 10 euro.

Fonte: lesechos.fr

Scritto da