Discovery Italia apre un’area a pagamento su Dplay

dplay discovery italia

Discovery Italia aprirà un’area a pagamento su Dplay, la piattaforma Over The Top del gruppo, con i 4 canali tematici Discovery Channel, Discovery Science, Animal planet e Investigation Discovery.

È il primo passo del gruppo americano per il lancio di un’offerta pay online, dal nome Dplay Plus, che andrà a proporre a pagamento sul web e su app i contenuti e i canali pregiati a marchio Discovery. La tv OTT gratuita Dplay, lanciata nel 2015 in Italia, che registra oltre 2 milioni di utenti unici al mese, si appresta a lanciare una sezione in streaming e on demand con i canali Discovery channel, Discovery Science, Animal planet e Investigation Discovery che fino ad oggi sono stati messi in onda sulle piattaforme pay-tv come Sky e Mediaset Premium. Rimarranno invece au­tonomi gli altri due OTT a pagamento di Discovery, ovvero Eurosport Player e Golf TV.

Discovery ha chiuso il 2018 con una rac­colta pubblicitaria stimata da Nielsen in 260,2 milioni di euro, in crescita dell’1,2% sul 2017. Nel 2019 del gruppo televisi­vo vedrà una ri­definizione degli obiettivi: a partire da maggio la raccolta pubblicitaria nazionale di tutti i canali di Eurosport passerà alla concessionaria Sky Media (più specializzata in ambito sportivo), mentre Discovery Media si concen­trerà sulla valorizzazione di brand come NOVE (dove Mau­rizio Crozza, in squadra dal 2017, ha appena rinnovato il contratto per almeno altri tre anni), Real Time, Dmax, Gial­lo e Motor Trend, che hanno iniziato in maniera positiva il nuovo anno in termini di ascolti. Nel mese di marzo 2019 Disco­very Media registra una raccolta a +4% sullo stesso mese del 2018.

Sempre nel 2019 si rileva un ottimo primo tri­mestre per Giallo, che nelle 24 ore sfiora l’1% di sha­re media, in crescita di oltre il 30% sullo stesso segmento 2018 grazie al successo della serie Vera (1,8% di share me­dia) e dell’Ispettore Barnaby (1,4% in prime time). I due canali tv di punta del gruppo NOVE e Real Time, brillano nei primi tre mesi dell’anno: NOVE è all’1,4% di share me­dia nelle 24 ore, il miglior tri­mestre di sempre per il canale generalista di Discovery, che potrà contare anche per i prossimi tre anni sugli show di Mauri­zio Crozza. Anche Real Time sta migliorando nel 2019: 1,3% medio di sha­re nelle 24 ore, in crescita dell’11% sul primo trimestre 2018.

Il gruppo guidato in Italia da Alessandro Araimo ha in portafoglio pure i canali per bambini Frisbee (0,65% di share medio sulle 24 ore nel 2018) e K2 (0,55%), la cui raccolta è affidata a Prs, e poi Motor Trend (0,57%), che nel 2018 ha preso il posto di Focus, passato a Mediaset, e Food network (0,25%).  Com­plessivamente, i canali Disco­very valgono, nei primi tre mesi del 2019, il 6,6% di share nelle 24 ore, che sale all’8,5% sul target 25-54 anni.

Infine dopo l’accordo quadro triennale con Sky, firmato a fine 2018, ci sono anche una serie di operazioni di Discovery sulla piattaforma satellitare free Tivùsat: da ieri, infatti, hanno debutta­to Food network, disponibile in HD, al 53 di Tivùsat, così come le versioni in alta defini­zione di Giallo e Motor Trend, ai canali 38 e 56 di Tivùsat, che andranno a sostituire le attuali versioni in Sd. Questi nuovi ingressi completano l’offerta del gruppo Discove­ ry Italia su Tivùsat che già includeva Nove, K2, Frisbee e le versioni +1e in Hd di Real Time e Dmax.

Fonte: ItaliaOggi

seo sito web adv
Scritto da