DAZN, scattano altri ricorsi: Aidacon presenta esposti a Lega Calcio e Antitrust

dazn disservizi blocchi ricorsi

Aidacon Consumatori inoltra nuovi ricorsi contro i disservizi di DAZN. Pronti esposti a Lega Calcio Serie A e Antitrust per tutelare i tifosi di calcio.

«Due flop su due è troppo per chi è costretto a pa­gare il doppio abbo­namento»: l’avvocato Carlo Claps, presidente di Aida­con Consumatori, introduce la questione dei problemi di DAZN riscontrati anche ieri durante la visione di Napoli – Milan, e dei danni subiti dai tifosi napoletani, comunicando l’intenzione di procedere con gli esposti a Lega Calcio e Antitrust.

Se era stato concesso un minimo di tolleranza al debutto di DAZN, perché ci sta che alla prima parti­ta qualcosa possa non filare in maniera ottimale, la pazienza sabato sera ha rotto gli argini. Tantissimi utenti ieri si sono aggiunti a quanti la settimana scorsa ave­vano lamentato i disservizi della neonata tv online, ecco perché stamattina si è passati alle carte bollate.

«Attraverso il reclamo inoltrato in queste ore alla Lega Serie A e all’Antitrust – ha spiega­to Claps – chiediamo un immediato intervento al fine di creare condizioni più eque per tutti i consumatori. Ci sono centinaia di segnalazioni che arrivano da Milano, significa che tra la scor­so weekend e questo anche i tifosi di Inter e Milan hanno patito gli stessi disagi. Il problema principale è costituito dal fatto che se oggi l’abbonato decidesse di risolvere il contratto a causa del cattivo funzionamento della piattaforma online, resterebbe sen­za alternativa per le partite della propria squadra del cuore. Infatti l’attuale sistema di assegnazione portato avanti dalla Lega è assolutamente illegittimo in quanto non tutela i consumatori che si sentono doppiamente beffati».

Il presidente di Aidacon spiega perché pure Sky sarà oggetto di valutazione da parte dell’Antitrust: «Agli utenti non è stata data facoltà di scegliere un operatore in base al costo o alla qualità del servizio, che sono principi essenziali in un mercato che rispetti la li­bera concorrenza: il cliente è stato obbligato a sottoscrivere due abbonamenti a condizioni economiche svantaggiose. La posizione dominante di Sky è anomala in quanto costringe i tifosi a pagare il pacchetto Calcio della Serie A allo stesso prezzo della scorsa stagione, fornendo ai propri clienti la visione di un numero inferiore di partite, senza specificare quali gare il tifoso potrà vedere. Per non parlare poi degli abbonati fede­lissimi da una vita: attualmente pagano un prezzo ben superiore ri­spetto a quelli che sottoscrivono soltanto adesso il nuovo abbonamento. I nostri legali hanno rac­colto i vari aspetti di questo mal­contento generale verso DAZN e Sky e abbiamo inoltrato gli esp­osti: Lega e Antitrust dovranno risponderci presto e in modo esaustivo».

Fonte: Il Mattino

Aggiornamento:

Altroconsumo invia un reclamo a Sky e DAZN e una segnalazione all’Antitrust e Agcom

L’associazione di consumatori Altroconsumo dopo aver raccolto le segnalazioni di centinaia di consumatori che hanno evidenziato problematiche nella fruizione del servizio di DAZN, ha inviato un reclamo a Sky e Perform Group e una di segnalazione all’Antistrust e all’Agcom. L’associazione chiede di approfondire la vicenda del mercato dei diritti tv per garantire l’interesse dei consumatori, a fronte della promessa di un’evoluzione tecnologica e una maggiore concorrenza. È inaccettabile che il consumatore sia costretto a pagare di più senza avere in cambio un adeguato servizio.

Da due mesi Altroconsumo sta seguendo da vicino la vicenda del doppio abbonamento che i consumatori hanno dovuto sottoscrivere per accedere all’intera offerta televisiva del calcio italiano. Altroconsumo ha chiesto alla Lega Calcio di evitare lo spacchettamento e alle società di scongiurare il doppio abbonamento che ha comportato un esborso economico per i tifosi, adesso anche beffati dai disservizi. (www.tuttomercatoweb.com)

Scritto da