Rai. Il Cda approva i piani editoriali dei Tg e 25 vicedirettori

rai politica partiti politici

Il Cda della Rai ha approvato ieri sera i piani editoriali delle principali testate giornalistiche e ha nominato ben 25 vicedirettori. Le critiche di Anzaldi (Vigilanza Rai): «Nessun taglio. Troppe nomine».

Nella prima delle due giornate di lavori di questa settimana, il Cda della tv pubblica presieduto da Monica Maggioni ha recepito ieri i piani editoriali dei nuovi direttori di Tg2 (Ida Colucci), Tg3 (Luca Mazzà), Giornale Radio Rai (Andrea Montanari) e Rai Parlamento (Nicoletta Manzione) nominati lo scorso agosto. I direttori di queste testate hanno definito le proprie squadre di lavoro di vicedirettori che (tra conferme e new entry sono in totale 25) verranno presentate alle redazioni. Squadra di lavoro che ha presentato anche il direttore del Tg1, Mario Orfeo, il quale invece era stato confermato nel ruolo.

Per la testata ammiraglia della tv di Stato sono stati indicati nella carica di vicedirettore Maria Luisa Busi, Costanza Crescimbeni, Filippo Gaudenzi, Raffaele Genah, Francesco Primozich e Gennaro Sangiuliano. Per il Tg2 sono stati indicati come vicedirettori Carlo Pilieci, Giovanni Alibrandi, Stefano Marroni, Rocco Tolfa, Andrea Covotta. Per il Tg3 invece Maurizio Ambrogi, Giorgio Saba, Pierluca Terzulli e Carmela Rita Santoro. Per Rai Parlamento sono stati indicati nella carica di vicedirettore Fulvio Meconi, Leonardo Sgura, Susanna Petruni e Alfonso Samengo. Per il Giornale Radio invece Maria Teresa Torcia, Mario Vitanza, Francesco De Vitis, Mario Prignano, Robero Pippan, Matteo Cortese.

Su Twitter il deputato del Partito democratico e segretario della Commissione di Vigilanza Rai, Michele Anzaldi, commenta: «Nomine nei Tg Rai: resta numero impressionante di vicedirettori, nessun taglio. Altro che i 70 mln di risparmi annui del Piano News di Gubitosi».

Fonte: ItaliaOggi

Scritto da