Switch-off Liguria. Regione scrive a Romani: “Urge intervento per passaggio al digitale terrestre”

Genova – «Bisogna che il ministro allo Sviluppo economico, Paolo Romani intervenga per rendere meno traumatico il passaggio al digitale terrestre in Liguria, evitando lo spegnimento del segnale televisivo in vaste aree. Per questo motivo il presidente della Regione Liguria, Claudio Burlando ha scritto al ministro per lo sviluppo economico».

Lo rende noto l’assessore all’industria della Regione Liguria, Renzo Guccinelli esplicitando la preoccupazione della Regione sull’imminente switch-off che segna il passaggio dall’analogico al digitale terrestre che per la Liguria partirebbe il 10 ottobre per concludersi il 4 novembre (più alcuni comuni il 16 e il 18 novembre), secondo il calendario ufficiale dei lavori redatto dal MSE.

«Nella sua lettera – spiega Guccinelli – il presidente Burlando rimarca al Ministro la necessità di intervenire , adottando ogni azione che renda meno problematico il passaggio al digitale, in una regione montuosa come la nostra e piena di ripetitori tv (quasi 3000). A preoccupare Burlando – continua Guccinelli – è soprattutto l’assenza di azioni propedeutiche che il Ministero di Romani non avrebbe adottato, tra cui anche uno slittamento dei tempi di switch-off, in considerazione del persistere dei problemi segnalati dalle emittenti televisive e dagli Enti locali, proprietari di impianti di trasmissione». «Il presidente nella sua lettera a Romani – continua Guccinelli – segnala le conseguenze negative dovute in particolare al ritardo delle assegnazioni delle risorse frequenziali che avrebbe ricadute sia nel processo di adeguamento degli impianti degli Enti locali, sia sugli interventi che gli antennisti dovranno effettuare presso le abitazioni». (ASCA)

Scritto da