Consumi Tv: cresce la fruizione di Televisione convergente

E’ una tendenza consolidata, almeno sul mercato televisivo europeo: cresce il consumo della tv on demand online. Ma senza scalzare quello della televisione tradizionale.

Secondo lo studio annuale Tv&Video Consumer Trend Report di Ericsson, condotto con su 13 paesi con interviste a ben 400 milioni di telespettatori, l’80% del pubblico continua a guardare la classica televisione più di una volta a settimana, mentre il 44% dei consumatori dichiara di guardare con la stessa frequenza i programmi tv on demand su Internet.

La ricerca rileva che i consumi televisivi sono cambiati, ma i consumatori richiedono sempre più spesso entrambe le modalità on demand e tradizionali. E i social network hanno contribuito fortemente a questo cambiamento: più del 40% degli intervistati infatti afferma di utilizzare i siti di social networking durante la fruizione dei contenuti televisivi attraverso svariati dispositivi (dagli smartphone ai tablet). Molti telespettatori uniscono la visione dei programmi tv (come reality o eventi sportivi) all’uso di Twitter, Facebook, sms, chiamate telefoniche, e discussione nei forum online che hanno come argomento lo stesso programma tv.

La ricerca di Ericsson rileva anche che in cima alle aspettative di consumatori tv c’è la qualità del servizio e dei contenuti offerti, come la programmazione in 3D e la disponibilità di applicazioni dedicate al programma. Cresce inoltre la predisposizione dei telespettatori a pagare le pay-tv per la visione dei contenuti inediti e in prima assoluta.

Scritto da