Il digitale terrestre in Trentino e Alto-Adige

Lo switch-off in successione è in piena corsa. Dalla metà di ottobre fino alla fine del mese sarà coinvolto il Trentino, già un passo avanti nel dtt. Successivamente dal 28 ottobre anche l’Alto-Adige inizierà il passaggio definitivo alla tv digitale terrestre. La regione è coperta oramai da diversi mesi dai segnali digitali delle tv tedesche e svizzere, e soprattutto dal servizio pubblico radiotelevisivo autonomo della provincia di Bolzano RAS.

Switch-off-Phasen

La Radiotelevisione Azienda Speciale contribuirà attivamente al passaggio, dando una mano così ai precari mezzi nazionali, e inoltre otterrà nuovi spazi nelle frequenze digitali. Per questi motivi, secondo il governatore Luis Durnwalder, è probabile che si verificheranno pochi inconvenienti nella transizione, perchè  l’80% degli utenti è già in possesso di un decoder o di una tv con ricevitore digitale. Lo spegnimento totale dei ripetitori analogici terminerà l’11 novembre.

Il 15 ottobre, in perfetta sincronia con l’esordio dello switch-off, verrà poi introdotta in Trentino la piattaforma satellitare Tivù Sat per sopperire alle zone d’ombra del dtt, in particolare quelle montane. In questo caso l’utente dovrà fornirsi di un ulteriore decoder e una smart card che equivale a una spesa media di più di 100 euro.

Scritto da