Ultimi Posts

Ultime notizie

settembre 27th, 11:25 am

Grecia: si ritira uno dei vincitori asta frequenze televisive

L'imprenditore Yiannis Kalogritsas, vincitore di una delle quattro licenze per le frequenze televisive messe in vendita dal governo greco, si è ritirato dalla competizione accusando la presenza di "un giro di corruzione".

In un comunicato pubblicato oggi, dopo che il ministero per i Media di Atene ha respinto la sua richiesta per un'estensione di 48 ore della scadenza per presentare la prima rata prevista per l'acquisizione della licenza, Kalogritsas ha spiegato che "il suo unico errore" è stato quello di "cercare di acquistare una licenza televisiva come un nuovo imprenditore".

La stampa greca riferisce la licenza acquisita da Kalogratis sarà rilevata ora dall'imprenditore greco-russo Ivan Savvidis. La vicenda della vendita delle frequenze televisive sta diventando sempre più un tema anche del dibattito politico in Grecia.

Nei giorni scorsi, alcuni parlamentari del principale partito di opposizione in Grecia, Nuova democrazia (Nd), hanno presentato un ricorso presso la Corte suprema contro i responsabili della recente asta per aggiudicarsi le frequenze televisive; la stampa greca spiega che i deputati hanno richiesto un'indagine esaustiva per fare chiarezza sulla gara per la concessione delle licenze.
... Leggi TuttoSee Less

Guarda su Facebook

settembre 27th, 8:29 am

Mediaset riunisce oggi il Cda. Vivendi contatta i cinesi

Mediaset oggi riunisce il Cda in un incontro previsto da tempo e, salvo clamorosi colpi di scena, il consiglio non approverà nuove proposte per sistemare le querelle con Vivendi sulla proprietà di Premium.

Il gruppo tlc francese si rifiuta di consolidare il 100% della pay-tv del Biscione, ma il tempo stringe. Il 30 settembre scade il termine del closing del contratto siglato l'8 aprile scorso. Mediaset ne pretende l'esecuzione.

Nel frattempo Vivendi lavora per una soluzione alternativa. Per permettere ai due contendenti di non consolidare Premium, i francesi trattano l'ingresso di un fondo al 20% circa. Tra i candidati ci sono gruppi cinesi. americani e di Abu Dhabi. Possibile anche la permanenza di Telefonica con l'11%. (La Stampa)
... Leggi TuttoSee Less

Guarda su Facebook

settembre 27th, 8:06 am

La Bbc studia la televisione a ologrammi

In corso esperimenti su un prototipo di dispositivo in grado di produrre immagini laser 3d ricavate grazie all’impiego di uno “schermo piatto alla base e una piramide acrilica rovesciata sopra di esso”.

“Abbiamo realizzato una moderna versione dell’antico teatro vittoriano”, ha spiegato Cyrus Saihan, head of digital partnerships alla Bbc. I test registrano le reazioni del pubblico di fronte alla tv olografica. Alla Bbc interessa studiare come la tecnologia olografica possa essere impiegata sul piccolo schermo.
... Leggi TuttoSee Less

Guarda su Facebook

settembre 24th, 9:45 am

Ascolti Tv. Tv8 in ascesa tra talent e film. Share medio di 2,3% in prime time

Il canale generalista di proprietà di Sky nel mese di settembre in prime time registra il 2,3% di share medio.

La messa in onda in chiaro di Masterchef 5 su Tv8, talent culinario andato in onda lo scorso inverno in esclusiva su Sky Uno nelle tre puntate del 4,11 e 18 settembre, ha riportato una media di share del ,8% in prime time.

Più bassi gli ascolti della nuova edizione di X Factor, visibile in un primo passaggio pay su Sky Uno al giovedì e in chiaro al venerdì su Tv8, dove, lo scorso 16 settembre, ha incassato il 2,7%di share.

Nei giovedì di Europa League di calcio Tv8 può contare su un altro rilevante centro nevralgico di ascolti, e il 15 settembre ha segnato una media del 3,7% in prime time.

I programmi di grande richiamo hanno avuto effetti positivi sugli ascolti negli altri giorni, dove mediamente Tv8 propone film che raggiungono anche medie del 2,9% di share (lo scorso 14 settembre) e che generalmente si attestano su livelli accettabili tra 1,3-1,7%.

A conti fatti, quindi, Tv8 sta assumendo un suo personale profilo, autonomo e indipendente da quei momenti di grande visibilità garantiti dai contenuti pregiati e costosi di Sky. E sta contribuendo ai successi di raccolta pubblicitaria di Sky Media nel 2016 (292,4 mln di euro nel periodo gennaio-luglio 2016, secondo le stime Nielsen, ovvero + 21,2% rispetto agli stessi mesi 2015).
... Leggi TuttoSee Less

Guarda su Facebook

settembre 23rd, 8:30 am

Tiscali firma un accordo pluriennale con Huawei per la banda ultra larga mobile

Tiscali ha firmato un accordo quadro pluriennale con Huawei per la fornitura di apparati di rete, che sancisce l'alleanza tecnologica e commerciale tra i due operatori e che segna l'inizio dello sviluppo da parte di Tiscali di una rete di accesso proprietaria LTE 4.5G Fixed Wireless su frequenza 3.5GHz.

Grazie a questa rete Tiscali fornirà servizi ultra broadband con capacità fino a 100Mbps su tutto il territorio nazionale, con particolare focus sulle aree in digital divide, contribuendo in tal modo ad accelerare lo sviluppo della banda ultralarga in Italia.

Il contratto quadro prevede la possibilità di realizzare investimenti per 40 milioni di Euro, contribuendo così a coprire i fabbisogni di investimento LTE di Tiscali, che pianifica una copertura di circa 13 milioni di famiglie e imprese, in particolare nelle aree in Digital Divide del paese con l'obiettivo di rispondere alla crescente domanda di mercato di banda ultra larga altamente performante.

"Continuare a creare innovazione per gli operatori di telecomunicazioni è una priorità di Huawei e l'unico modo per soddisfare i requisiti per la realizzazione di infrastrutture di rete all'avanguardia" – ha dichiarato Edward Chan, CEO di Huawei Italia. "In quanto leader globale nel settore ICT, l'anno scorso Huawei ha investito oltre il 15% dei propri ricavi in Ricerca e Sviluppo, approccio che permette di creare valore per i nostri clienti e implementare soluzioni innovative. Il nostro obiettivo è quello di aiutare gli operatori a costruire un ecosistema aperto, collaborativo e vantaggioso per tutti al fine di accelerare la trasformazione digitale e promuovere lo sviluppo del paese". (Il Messaggero)
... Leggi TuttoSee Less

Guarda su Facebook

settembre 23rd, 8:26 am

YouTube Heroes, tutti a caccia di troll

Big G abbraccia un sistema di moderazione in perfetto stile crowdsourcing, arruolando volontari ed "eroi" pronti a scagliarsi sui commenti inopportuni che infestano il Tubo

YouTube vorrebbe migliorare i suoi commenti, notoriamente pieni di troll e poco costruttivi, e per farlo sembra intenzionata a rivolgersi agli autori stessi di quei commenti: gli utenti, che vorrebbe coinvolgere direttamente nella moderazione.

Il nuovo programma (attualmente in fase beta) si chiama "YouTube Heroes" e si basa su un sistema di ricompense per incentivare gli utenti a segnalare i commenti da rimuovere, scrivere sottotitoli accurati e rispondere alle domande del forum.

In pratica, qualsiasi utente può iscriversi a YouTube Heroes, purché in passato non gli sia stato sospeso l'account o il canale, ed ottenere il diritto allo status di "Eroe del Tubo". Da quel momento in poi, ad ogni commento "cattivo" segnalato otterrà dei punti per accedere a video chat e workshop esclusivi (per il momento non meglio specificati) e prodotti YouTube in anteprima.

In questo modo Google spera di ottenere un duplice effetto: che il suo team di moderazione riesca a notare più velocemente i post da rimuovere e che la community si responsabilizzi una volta per tutte. Per il momento, tuttavia, sembra che i commenti al video di presentazione del nuovo programma siano disabilitati. Una misura cautelativa per non far scatenare i soliti troll?
... Leggi TuttoSee Less

Guarda su Facebook

Mappa disservizi Digitale Terrestre

Tv Convergente

Tv digitale terrestre

Digital divide

Copyright

Banda larga