Ultimi Posts

Ultime notizie

gennaio 21st, 10:59 am

Wind 3: lancia nuovo spot per il marchio 3

Wind 3 ha lanciato una campagna pubblicitaria dedicata al marchio 3.

A partire da ieri, informa un comunicato dell'azienda, il filmato sara' online, sulle principali reti televisive nazionali e nei cinema. "Con il rinnovo del marchio - spiega il consumer & digital director Michiel Van Eldik - abbiamo tenuto conto dei feedback ricevuti dai nostri clienti e del fatto che vogliamo essere il brand che gli stessi clienti, vecchi e nuovi, apprezzano per la trasparenza delle offerte e della nostra comunicazione. Ma anche per la fiducia che continueremo a generare, per il nostro modo di interagire con loro e per il fatto di continuare ad essere leader tecnologico e innovatore nella vita delle persone. Il rinnovo del marchio, aggiunge Van Eldik, sara' un viaggio sostenuto da molti 'proof points', per permetterci di essere la scelta migliore di ogni cliente nel mondo digitale di cui facciamo parte". (MF)
... Leggi TuttoSee Less

Guarda su Facebook

gennaio 20th, 6:49 pm

Il 23 gennaio Nove presenta nuovo logo e nuova grafica, senza Deejay Tv

Dopo aver archiviato la stagione autunnale con ascolti in crescita del 46% in prima serata, e in vista dell’atteso debutto di Maurizio Crozza con il suo nuovo show, il canale Nove annuncia una veste grafica totalmente rinnovata e un nuovo claim, “Unico nel tuo genere”.

Il logo di Nove si rinnova, infatti, con l’inserimento del numero del canale nella O del wordmark, che richiama idealmente così il pulsante del telecomando. Un’evoluzione grafica che connota maggiormente il marchio rafforzandone l’identità, diventando chiave d’accesso immediata all’offerta del canale.

Il claim “Unico nel tuo genere” vuole invece esprimere maggiore vicinanza al proprio pubblico e da un punto di vista editoriale si declina in un’offerta innovativa, capace di intercettare un pubblico sempre più ampio. Un’identità visiva totalmente rinnovata, quindi, costruita partendo dalla forma del cerchio, già appartenente al dna visivo di Nove e del gruppo Discovery. Una forma geometrica essenziale che si presta per fare da cornice, sia negli ident di rete che nella comunicazione di brand, a un’offerta di contenuti molto varia, dove protagonisti sono i programmi e i volti di canale.
... Leggi TuttoSee Less

Guarda su Facebook

gennaio 20th, 6:40 pm

LinkedIn presenta la nuova interfaccia più simile a Facebook, con nuove funzioni di ricerca e chatbot

LinkedIn cambia veste. Dopo il restyling dell’app, il social network professionale, comprato l’anno scorso da Microsoft per 26 miliardi di dollari, rifà il look anche al suo sito, aggiungendo nuove funzioni e avvicinandosi sempre più a Fecebook. La navigazione interna, spiega il sito TheVerge, viene organizzata in sette aree principali, con le sezioni messaggi, lavoro, notifiche, profilo, contatti e infine la ricerca.

Quanto ai messaggi, gli utenti potranno chattare dalla homepage, senza abbandonare i contenuti principali. Arrivano poi le chatbot, le chat automatizzate su cui Microsoft sta spingendo molto anche su altri suoi servizi, Skype in testa.
... Leggi TuttoSee Less

Guarda su Facebook

gennaio 20th, 10:03 am

Diritti Tv Calcio: la complicata partita di Serie A e Champions League

Le valutazioni, le parole e le stime di Mediaset sul futuro ruolo che avrà Premium nel business del gruppo possono avere un impatto significativo anche sul mercato del pallone italiano.

Perché se quello della pay-tv sarà un approccio opportunistico al business del calcio sul piccolo schermo e se la partecipazione alle due aste che si terranno a partire dalla prossima primavera (diritti Champions League e Serie A per il periodo 2018-2021) non è certa, ma possibile, ecco che sul mercato ci si interroga su chi realmente possa partecipare ai bandi. In particolare quello sul massimo campionato di calcio nazionale.

Perché l'Uefa farà scattare prima la sua gara, partendo dal Regno Unito, per massimizzare i ricavi. E se Sky, scrive MF, ci sarà - per completare l'offerta calcio su scala continentale - è ipotizzabile che pure la Rai, come già emerso, voglia tentare di aggiudicarsi parte dei match, anche perchè dal 2018 l'Italia avrà quattro club ammessi di diritto nel gotha del calcio europeo.

Sulla presenza della tv di Stato va però fatto notare che il costo dei diritti della Champions (Mediaset Premium sborsò 220 milioni a stagione) potrebbe essere alla fine un deterrente. Anche se in viale Mazzini stanno ragionando alla possibilità di partecipare, visto che comunque con la sola Coppa Italia non si riescono a fare ascolti eccezionali.

Certo, verrebbe da dire, la Rai che deve garantire il servizio pubblico meglio farebbe a concentrarsi sulle immagini della Serie A ma quelle sono più costose (l'ultimo bando, gestito da Infront, ha permesso alla Lega di incassare 945 milioni a stagione). (MF)
... Leggi TuttoSee Less

Guarda su Facebook

gennaio 20th, 8:22 am

Digitale terrestre. Il 31 gennaio scade il termine per il pagamento dei diritti amministrativi e del contributo per i ponti radio

L’art. 34 del Codice delle Comunicazioni elettroniche (Dlgs. 259/2003 e s.m.i) prevede il pagamento dei diritti amministrativi da parte degli operatori di rete televisiva entro il 31/01 di ogni anno secondo le modalità riportate nella circolare ministeriale esplicativa del 22/12/2015.

Il pagamento va effettuato sulla base delle autorizzazioni in essere al 31/12 dell’anno precedente, mediante bonifico bancario IBAN: IT 30N 01000 03245 344 0 18 2569 01, intestato alla Tesoreria Provinciale dello Stato di Viterbo con la causale obbligatoria "diritti amministrativi anno … da affluire al CAPO XVIII CAPITOLO 2569 ART. 1". Per gli operatori di rete locali è obbligatorio indicare nella causale l’Identificativo della rete e la Regione e non è prevista alcuna esenzione.

Le attestazioni di pagamento devono essere inviate alla casella dgscerp.entratetv@pec.mise.gov.it. Sempre entro il 31/01/2017 occorre effettuare il pagamento contributo per i collegamenti in ponte radio. L’art. 35 del Codice delle Comunicazioni elettroniche (Dlgs. 259/2003 e s.m.i) prevede il pagamento dei contributi per l’utilizzo delle frequenze dei ponti di collegamento da parte degli operatori di rete televisiva. La circolare ministeriale esplicativa del 22/12/2015 stabilisce la scadenza del pagamento il 31/01 di ogni anno.

Il pagamento va effettuato sulla base dei collegamenti oggetto di autorizzazioni in essere al 31/12 dell’anno precedente, mediante bonifico bancario IBAN: IT 30N 01000 03245 344 0 18 2569 01, intestato alla Tesoreria Provinciale dello Stato di Viterbo con la causale obbligatoria "contributo utilizzo ponti di collegamento anno … da affluire al CAPO XVIII CAPITOLO 2569 ART. 1".

Per gli operatori di rete locali è obbligatorio indicare nella causale l’identificativo della rete e non è prevista alcuna esenzione. Le attestazioni di pagamento devono essere inviate alla casella dgscerp.entratetv@pec.mise.gov.it unitamente alla trasmissione del prospetto relativo alla consistenza delle tratte in ponte radio da parte degli operatori che non abbiano già provveduto, utilizzando lo schema presente fra gli allegati.

La struttura di competenze a più livelli Consultmedia, collegata a questo periodico, ha predisposto il consueto service di assistenza. Per informazioni: studiomadaro@planetmedia.it, tel. 03317593377. (newslinet.it)
... Leggi TuttoSee Less

Guarda su Facebook

gennaio 20th, 8:17 am

Google lancia un sistema per effettuare ricerche da mobile anche offline, o con connessione debole

Google punta a migliorare la ricerca in rete da dispositivi mobili e lo fa pensando ai momenti o alle aree in cui la connessione a internet è intermittente o debole. La compagnia ha reso disponibile un sistema che fa effettuare ricerche sul motore di Big G anche offline, per poi mostrare i risultati non appena l’utente torna connesso. La novità è disponibile nell’ultima versione dell’app di Google per Android.

Un modo, dunque, per evitare perdite di tempo quando si cerca qualcosa dal telefonino con la copertura di rete che va e viene, ad esempio quando si è in viaggio, oppure in zone con connessione debole. Dalla compagnia rassicurazioni anche per chi teme per la quantità di dati scaricata e per la durata della batteria del dispositivo: il sistema è tale da non impegnare più risorse del dovuto, precisano da Mountain View.
... Leggi TuttoSee Less

Guarda su Facebook

Tv Convergente

Tv digitale terrestre

Digital divide

Copyright