Warner e Discovery preparano la fusione per i contenuti in streaming

at&t warner discovery

AT&T, colosso USA delle tlc, spinge per la fusione tra la controllata Warner e Discovery per creare un gigante dello streaming che andrà a concorrere con Netflix e Disney.

Secondo fonti stampa americane, AT&T, il colosso USA delle telecomunicazioni, è prossimo al perfezionamento di un accordo di fusione della sua controllata Warner Media con Discovery. Lo riportano anche Bloomberg e Reuters. L’annuncio potrebbe arrivare nelle prossime ore.

L’operazione farà sbarcare nel mercato dello streaming mondiale un nuovo gigantesco concorrente per Netflix e Disney. Il deal prevede la quotazione della nuova società che sarebbe in comproprietà tra AT&T e gli azionisti di Discovery. Discovery ha un valore di mercato di 16 miliardi di dollari e un valore di impresa di 30 miliardi di dollari. AT&T aveva acquistato Time Warner nel 2018 (poi rinominata WarnerMedia) per 85 miliardi di dollari.

In caso di conclusione l’accordo segnerebbe un importante cambiamento nella strategia della compa­gnia, dopo anni di impe­gno per accorpare sotto un’unica cabina di regia le attività relative a tlc, risor­se multimediali che nell’ultimo triennio hanno tocca­ to gli 85 miliardi di euro.

AT&T ha acquisito alcuni dei principali marchi dell’intrattenimento attra­verso l’acquisizione di Ti­me Warner Inc., completa­ta nel 2018. L’accordo met­te a nudo la difficoltà di AT&T e Verizon, che ha di recente ceduto Yahoo! e AOL, a ricavare profitti dal­le loro operazioni sui me­dia. Per mezzo di Warner­ Media, AT&T possiede in­ fatti CNN, HBO (che vanta 63,9 milioni di abbonati globali), Cartoon Net­work, TBS, TNT e lo studio Warner Bros. Discovery controlla invece HGTV, Food Network, TLC e Ani­mal Planet e ora ha un pubblico di 88,3 mln di abbonati negli USA.

Netflix ad ora offre nel mondo il suo servizio online a pagamento a 207,6 milioni di abbonati, mentre Disney+ a raggiunto i 100 milioni di utenti.

Fonte: La Stampa

Aggiornamento:

Nella nuova joint venture che sarà creata per l’occasione entreranno a farne parte Warner Bros, la piattaforma di streaming HBO, Cartonn Network, TCM e CNN e dall’altro canto entreranno i canali tematici Discovery, HGTV e Food Network.

Gli azionisti di AT&T deterranno il 71% del nuovo insieme mentre gli azionisti di Discovery Communication controlleranno il restante 29%. Con questa operazione AT&T riceverà 43 miliardi di dollari in una combinazione di contanti, titoli di debito e il mantenimento di determinati debiti da parte di WarnerMedia.

Il fatturato della joint venture entro il 2023 dovrebbe attestarsi intorno ai 52 miliardi di dollari (circa 42,8 mld di euro). Le sinergie dovrebbero ammontare a circa 3 miliardi di dollari (circa 2,47 mld di euro), il che permetterà di consentire di aumentare gli investimenti in contenuti digitali e innovazione. Il presidente e Ceo di Discovery, David Zaslav sarà il nuovo Ceo della società. Il cda sarà costituito da 13 membri: 7 nominati da AT&T e gli altri 6 da Discovery.

«È super eccitante combinare marchi storici, giornalismo di livello mondiale e franchise iconici sotto lo stesso tetto e dare vita a così tanto valore e opportunità”, commenta David Zaslav secondo cui l’operazione mette la nuova realtà “in una posizione migliore per competere con i più grandi streamer del mondo».

seo sito web adv
Scritto da