DAZN, Agcom verso una sanzione per la misurazione degli ascolti

ascolti dazn serie a

L’Agcom avvia il procedimento che potrebbe sanzionare DAZN sulle sue misurazioni “gonfiate” degli ascolti dei match di Serie A.

Secondo fonti de Il Sole 24 Ore, l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni ha deciso di avviare un procedimento per approfondire le condotte di DAZN sul tema della misurazione degli ascolti dei match di Serie A. Il procedimento potrebbe sfociare tra una settimana in una vera e propria sanzione

Secondo gli uomini di Agcom, DAZN non starebbe ottemperando agli impegni imposti nel gennaio scorso dalla delibera 18/22/CONS che concludeva il procedimento avviato con delibera 268/21/CONS sulla misurazione delle audience delle partite di Serie A.

DAZN per tutta la stagione calcistica sta rilevando in maniera autonoma gli ascolti delle partite attraverso i dati elaborati da Nielsen. Dati però che sono superiori (più del 50%) a quelli registrati in ogni giornata di campionato di Serie A da Auditel (relativi alle Smart TV). Una questione importante perché dagli stessi numeri degli ascolti TV (e streaming) dipende la ripartizione tra i club dei diritti TV (esattamente l’8%).

I provvedimenti del 20 gennaio scorso hanno imposto a DAZN che, per la stagione 2021-22, farà fede solo il dato certificato di Auditel. E per le prossime due stagioni Agcom ha stabilito che i dati validi di total audience (TV e streaming) dei match saranno presi da un soggetto certificato Jic (organismo con tutte le componenti del mercato) «in grado di produrre un dato univoco, trasparente e certificato».

A fine marzo Auditel ha pubblicato il primo dato unico di Total audience, con all’interno tutti i device connessi. Ma DAZN non avrebbe rispettato i provvedimenti sulle misurazioni degli ascolti imposti da Agcom. Secondo il quotidiano economico, l’OTT non avrebbe adottato per i suoi rilievi di ascolto l’SDK di Auditel (i software dell’ente di rilevazione), per evitare eventuali rallentamenti nel servizio in streaming (questa la giustificazione di DAZN).

Sempre secondo Il Sole 24 Ore, anche la Lega Serie A avrebbe richiesto spiegazioni a DAZN sulla questione ascolti attraverso una missiva. Le domande della Lega Calcio avrebbero già ottenuto una risposta senza suscitare contrasti o polemiche.

DAZN, infine, ha rilasciato un commento al Sole 24 ore: «L’azienda sta procedendo in piena e costruttiva collaborazione con Auditel alla realizzazione di ogni utile attività finalizzata al pieno adempimento della decisione del 20 gennaio 2022».

Fonte: Il Sole 24 Ore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.