Digitale terrestre Vicenza: il mistero delle tv oscurate di Zanè

Zanè (Vicenza) – È un mistero degno di “Capitan Ventosa” quello che avvolge l’etere sopra Zanè. Da circa un mese i residenti di via Capo di Sopra stanno facendo i conti con le bizze del segnale radiotelevisivo che sta arrecando disagi a una decina di famiglie, tutte dislocate lungo questa piccola via del centro storico, a pochi passi dalle scuole elementari “Alighieri” e dal municipio. «Appena accendiamo l’apparecchio – ha spiegato la famiglia Carretta – scatta l’interferenza: o salta l’audio oppure l’immagine si blocca o si frammenta. All’inizio pensavamo dipendesse dal nostro televisore o dall’antenna, ed invece sembra proprio che sia un problema diffuso in zona».

Il problema di ricezione interessa non solo le abitazioni in cui gli apparecchi tv sono dotati di digitale terrestre, ma anche quelle in cui è stata installata la parabola Sky. Secondo i tecnici della società di servizi televisivi, arrivati per verificare lo stato dell’antenna e del ricevitore, il “radiodisturbo” potrebbe provenire dalla vicina scuola elementare; l’ipotesi, infatti, è che i televisori del vicinato captino le scariche elettriche generate da un potente apparecchio elettronico installato nelle vicinanze della struttura scolastica.

Un’ipotesi che sarà vagliata dal Comune di Zanè, ma che la direzione della scuola scarta già. «Da quando abbiamo ripreso l’attività scolastica – spiegano dalle elementari “Alighieri” – non abbiamo installato alcuna apparecchiatura elettronica per cui escludiamo che il problema di ricezione possa dipendere dal nostro istituto». Anche l’ufficio tecnico del Comune sta cercando di dare un senso a questo mistero, indagando sulle possibili cause che potrebbero essere legate non solo ad un apparecchio elettronico ma anche a ricetrasmettitori cb o radioamatori e a ripetitori di segnali radio Fm.

«Proprio venerdì alcuni cittadini ci hanno fatto presente le difficoltà nella ricezione del segnale – ha affermato Luca Cavedon, responsabile del settore tecnico – ed abbiamo già previsto un incontro tra i loro tecnici e quelli esterni del Comune. Vedremo di capire dove sta il problema, di cui in realtà fino a pochi giorni fa nessuno ci aveva messo al corrente. Per quanto riguarda la scuola elementare, noi come Amministrazione non abbiamo installato nulla di nuovo, per cui il problema potrebbe in effetti essere localizzato da un’altra parte». L’anno scorso un simile problema aveva interessato l’Alto vicentino, ma a causa del furto delle attrezzature di un ripetitore televisivo.

Fonte: Il Giornale di Vicenza (Alessandra Dall’Igna)

Scritto da