Switch-off Toscana: guida (galattica) per gli antennisti contro le cadute

Oggi venerdì 18 novembre è il giorno X, il D-Day del digitale terrestre per gran parte della Toscana. (Qui il calendario completo del passaggio)

Lo switch-off che cambierà per sempre la televisione nella regione, oltre a causare i possibili e attesi oscuramenti e le innumerevoli arrabbiature dei telespettatori, può essere potenzialmente rischioso anche per chi conosce bene il mestiere, cioè per i tecnici antennisti. In occasione dello Switch-off la Regione Toscana ha infatti  stipulato un accordo con le associazioni di categoria degli antennisti che ha portato alla stesura di un codice etico (sottoscritto però da una ristretta minoranza di professionisti), a un elenco di imprese alle quali potersi rivolgere, e alla realizzazione di una guida (galattica) per la sicurezza sul lavoro.

L’invito a tutti i proprietari di immobili e amministratori di condominio è quello di verificare l’idoneità della ditta che effettuerà i lavori. In caso di lavoratori autonomi dovrà essere verificata la disponibilità di dispositivi di protezione individuale contro la caduta dall’alto, l’iscrizione alla Camera di Commercio e la regolarità contributiva. In caso invece di affidamento ad impresa con dipendenti dovrà essere presa visione del documento di valutazione dei rischi per lo specifico tipo di intervento. La Regione raccomanda inoltre di informare gli antennisti sui possibili rischi presenti nei locali dove le ditte interverranno (accessi non sicuri, presenza di solai non calpestabili, lucernari sul solaio, solai realizzati con materiali che non resistono al peso della persona, come l’eternit) e l’altezza da terra.  Per i nuovi edifici o per quelli di recente ristrutturazione, dovrà infine essere reso disponibile il fascicolo tecnico della copertura dello stesso edificio tramite il quale verificare gli accessi e i sistemi di ancoraggio installati da utilizzare per lavorare in sicurezza.

Scritto da