Tv Digital Divide - Articoli Postati nella Categoria " governo tecnico monti "


  • Agcom, e lottizzazione sia… Authority ancora in mano ai partiti

    Il grottesco voto segreto per le nomine delle Authority, andato in scena ieri in Parlamento e in Senato, ha ribadito ancora una volta quanto i partiti politici e il governo non abbiano nessuna intenzione di riformare il sistema italiano malato, zoppicante e corrotto. Un sistema che ha inscenato sempre ieri l’ennesimo salvataggio di un senatore, Sergio […]


  • Caos Rai, Monti sceglie Enrico Bondi per la presidenza

    La Rai è nel caos, come era prevedibile. Saltati giovedì i palinsesti autunnali, con gli ascolti a picco e il Cda allo sbando, è andata all’aria anche la riunione straordianaria prevista ieri tra gli uomini del governo tecnico, con la partecipazione altrettanto straordinaria del premier Mario Monti. Il summit rimandato tra il professore, il sottosegretario […]


  • Agcom, dal Web spunta il candidato «tecnico»

    Secondo Massimo Sideri (Il Corriere della Sera), per la prima volta in Italia pare che si stia svolgendo una vera e propria campagna su Twitter e nella bloggosfera per la presidenza di un’Authority. Una candidatura quasi dal basso (ma non troppo) che potrebbe rivelarsi un passo avanti verso la trasparenza, quale che sia la preferenza […]


  • Rinnovo Agcom, pronto emendamento “anti-lottizzazione”

    Secondo indiscrezioni raccolte dal Corriere delle Comunicazioni, le nomine dei quattro commissari e del nuovo presidente dell’Agcom sono fissate per il 22 maggio. E’ possibile, anche se sembra una previsione un pò ottimistica. Le nuove norme sulla composizione e sulle modalità di nomina dei commissari sono contenute nel Dl “Salva Italia”, che deve ancora passare […]


  • Rai: approvato bilancio 2011, il 6 giugno possibili nomine Cda

    L’assemblea degli azionisti Rai ha approvato oggi il bilancio consuntivo 2011 dell’azienda di viale Mazzini. Un bilancio – quello che a fine marzo era stato presentato dal direttore generale Lorenza Lei al Cda, che l’aveva preso in esame e pre-approvato – che si è chiuso con un attivo di 4,1 milioni di euro, dopo cinque […]


  • Rai: il governo rilancia la riforma (molto soft) di governance

    Sembrava tutto chiuso, almeno secondo le ultime dichiarazioni del ministro Giarda alla Camera. E invece Mario Monti riparte alla carica per cambiare la Rai. «Un’azienda che è l’esempio eclatante degli enti pubblici da rivedere. Un’azienda dove la logica dell’indipendenza dalla politica non è garantita», ha dichiarato tecnicamente il premier. Ma per una vera riforma di […]


  • Rai: addio riforma, il nuovo Cda con le vecchie regole dei partiti

    Come previsto il governo ufficializza la grande frenata sulla Rai. Niente nuova governance per Viale Mazzini. Il cda verrà rinnovato con le vecchie regole della Gasparri, ossia 7 consiglieri selezionati accuratamente dai partiti e votati in commissione di Vigilanza, 2 membri del Cda scelti dal ministero dell’Economia. Tra questi ultimi uscirà fuori il presidente che […]


  • Agcom, la preda per controllare la tv (e l’asta per le frequenze)

    Da un articolo di Carlo Tecce sul Fatto Quotidiano del 22 aprile 2012: La rabbia di Mediaset contro l’abolizione del beauty contest, la gara gratuita per le frequenze televisive, si è raffreddata quando il presidente Fedele Confalonieri ha fatto il ragionamento più semplice: «Aspettiamo le regole che scriverà l’Autorità di garanzia per le comunicazioni, poi […]


  • Rai: parte in Parlamento la discussione per la riforma

    Gli uffici di presidenza delle commissioni Trasporti e Cultura della Camera, riuniti in sede congiunta, hanno deciso di avviare la discussione in sede referente delle proposte di riforma della Rai. Una riforma che però potrebbe rivelarsi un fuoco di paglia nell’ottica dell’indipendenza della tv di Stato dalla politica. L’esame inizierà il 3 maggio, il giorno […]


  • Il governo Monti e l’invasione degli ultratecnici in Rai e Agcom

    Il professore ci ha preso gusto. Dalle nomine dei suoi ministri e sottosegretari del suo governo non ha più smesso, e fra un taglio alle pensioni e una liberalizzazione di scorta, continua ad assegnare (o almeno ci prova) le poltrone delle istituzioni pubbliche e le posizioni di rilievo agli esperti e super-tecnici del solito giro. […]


Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Web Magazine sul mondo della TV Digitale