Cubovision di Telecom diventa Timvision

TIMvisionCubovision, la tv on demand di Telecom Italia, cambia nome e diventa Timvision proponendo contenuti nuovi ed esclusivi attraverso una veste grafica e una riorganizzazione delle sezioni che ne migliorano la fruizione.

Con il rebranding, che parte da oggi su smartphone e tablet e successivamente su smart tv, pc e decoder dedicato, si rafforza anche la proposta di nuovi eventi sportivi, film e serie tv.

Timvision diventa anche parte integrante del nuovo portafoglio 4G di Tim: da oggi su tutte le offerte Internet 4G Lte è possibile scegliere tra l’intrattenimento e lo sport senza costi aggiuntivi.

Tra le prime novità di Timvision, a partire da domani 13 maggio, la sesta stagione della serie tv Mad Men, inedita nel nostro Paese, che sarà disponibile insieme a tutte le puntate dei cinque anni precedenti. Per la prima volta in Italia una nuova stagione di una serie di successo andrà in onda su una tv on demand, e non su quelle tradizionali, facendo diventare Timvision un punto di riferimento per tutti gli amanti della serialità.

Nelle prossime settimane crescerà l’offerta sportiva di Timvision fruibile su tablet e smartphone, attraverso le reti super-veloci 3G e 4G di Tim, anche grazie all’accordo siglato con Sky che ha già reso disponibili le Olimpiadi Invernali di Sochi e il Campionato Mondiale di Formula 1. I Mondiali di calcio 2014 del Brasile saranno venduti sulla piattaforma on demand al costo di 39 euro per avere diritto all’accesso ai canali Sky che trasmettono in esclusiva l’evento sportivo.

Il servizio è per tutti disponibile via Adsl e fibra attraverso il decoder e smart tv dove è presente l’applicazione dedicata, da pc e in mobilità su smartphone e tablet Apple, Android e Windows Phone 8/Rt attraverso una nuova applicazione scaricabile gratuitamente dai principali store.

L’iniziativa di rebranding che oggi caratterizza Timvision proseguirà anche con tutte le altre piattaforme digitali di Telecom Italia dedicate alla musica, all’editoria e ai giochi.

Fonte: primaonline.it | webnews.it

Scritto da