Switch-off Puglia: tv a singhiozzo in Capitanata

Arriva il digitale terrestre e arrivano i soliti problemi. Ieri venerdì 18 maggio gran parte del territorio della provincia di Foggia ha eseguito il fatidico Switch-off. E secondo le notizie riportate da La Gazzetta del Mezzogiorno (Puglia) il primo giorno “digitale” in Capitanata è stato un mezzo disastro.

Un’emittente su due non ha acceso ancora il segnale, ma la situazione dovrebbe ristabilirsi entro il fine settimana. I tecnici dell’alta frequenza e degli operatori di rete della televisione, sentiti dalla testata pugliese, e da due giorni ormai abbarbicati sulle antenne di Volturino e di Borgo Celano (dove sono collocati quasi tutti i ripetitori delle tv locali e nazionali), non pensavano che il passaggio alla nuova tecnolgia fosse così complicato. «Abbiamo avuto pochissimo tempo a disposizione per organizzarci – spiega Gianni Papeo, tecnico dell’alta frequenza tra i più esperti in Capitanata – ricordiamo che il Ministero ha assegnato le frequenze soltanto giovedì sera e che ci è stato dato pochissimo tempo a disposizione. Ci siamo messi subito al lavoro per smontare i vecchi moduli e installare i nuovi, molti di noi non dormono da due giorni».

Emittenti come Teledauna e Teleradiopadrepio hanno acceso regolarmente il segnale come previsto nella mattinata di ieri, anche Teleblu lo ha fatto (alle «ore 10» fanno sapere dall’emittente), ma il segnale era visibile a macchia di leopardo ieri in quasi tutti i comuni della provincia, Foggia compreso. Sono rimaste al palo Telefoggia e Teleradioerre anche se quest’ultima ha ultimato le operazioni tecniche in serata e stamane dovrebbe trasmettere per la prima volta sul digitale. In difficoltà le altre emittenti minori foggiane come Telecattolica di Lucera, Teleradiosansevero e TeleAcli di San marco in Lamis.

E’ stata quindi una giornata convulsa in Capitanata peraltro coincisa con l’attesa finalissima di «Amici». Ma il segnale di Mediaset, in alcune zone dell’Alto Tavoliere (San Severo) ieri sera – stando ad alcune segnalazioni – non era ancora visibile sul digitale. E’ stata «una giornata storica » per Attilio De Matteis, veterano della tv locale foggiana, oggi direttore del tg di Teledauna. «Cosa cambierà? Il digitale ci responsabilizza tutti, avremo una platea molto più vasta davanti. Speriamo che porti nuovi benefici all’emittenza locale».

Fonte: lagazzettadelmezzogiorno.it -Puglia

Scritto da