Come fare se non ricevi più i canali della tv digitale terrestre

in novembre 16, 2013

Se non riesci ancora a vedere alcuni canali digitali e sul tuo schermo televisivo appare inesorabilmente la scritta “segnale debole o assente”, segui queste semplici istruzioni:

  • Iniziamo con il controllo di tutti i collegamenti: esamina il cavo dell’antenna. Se è ben collegato, o se è troppo vecchio o danneggiato, soprattutto nelle estremità di collegamento. Controlla anche se i cavi Scart sono funzionanti e ben inseriti, e se le connessioni HDMI sono a posto (in caso di decoder o tv HD). Nel caso, sostituiscili con cavi nuovi e di buona qualità.
  • Se noti delle discrepanze nella lista dei canali, come ad esempio canali a schermo nero, o spostati in fondo alla lista, prova a fare il reset di fabbrica del decoder (o del tv) e reimpostalo dal principio con una nuova sintonizzazione automatica;
  • Non riesci ancora a ricevere il canale che desideri vedere? Prova allora a fare una sintonizzazione manuale dei canali mancanti inserendo le frequenze delle emittenti;
  • Se i controlli che hai effettuato hanno verificato che il tuo decoder (o il tuo televisore) funziona perfettamente, ma i canali che stai cercando latitano ancora, concentrati ora sull’impianto tv di casa.
  • Attraverso le funzioni del decoder o del tv puoi misurare il livello di segnale dei canali mancanti (il dispositivo misurerà ogni multiplex che contiene vari canali). In questo modo puoi individuare le frequenze che hanno un basso segnale tv. Per una ricezione ottimale dei mux e una visione corretta dei canali la potenza del segnale tv può anche essere inferiore al 50% (fino al 30-40%), ma la qualità dello stesso segnale (cioè il rapporto tra segnale e gli errori) non deve mai essere sotto il 60%.
  • Se la tua casa dispone nelle varie stanze di più prese a muro d’antenna, prova  testare gli apparecchi su ogni presa per verificare se ci sono differenze di ricezione tra le varie parti dell’impianto. Di solito il segnale è più forte e stabile nella presa principale, e meno buono nelle prese cosiddette secondarie.
  • Se riscontri delle diveristà di segnale puoi fare (anche con l’aiuto di un tecnico antennista) una revisione dell’integrità di tutti i cavi, i filtri e le derivazioni dell’impianto di casa, perchè potrebbe esserci una dispersione che causa la perdita dei canali con i segnali più bassi.
  • Se verifichi che il tuo impianto casalingo non ha alcun problema, occorre verificare il resto dell’apparato di ricezione del segnale: quindi antennna e dispositivi piazzati sul tetto di casa.
  • Ricorda che nella maggior parte dei casi non bisogna sostituire l’antenna, perchè non esistono antenne digitali o prodotte esclusivamente per il digitale terrestre.
  • Solo in caso di presenza di impianti d’antenna condominiali “canalizzati” (dove è presente un filtraggio dei segnali) si dovrà sostituire una parte dell’impianto. In alcuni casi, con il lavoro di un antennista, sarà necessario adeguare la vecchia antenna, o installarne una nuova a Banda Larga, capace di ricevere i canali in banda VHF europea (dove sono trasmessi in molte zone i primi canali della Rai).
  • Per dare una sistemata all’antenna puoi agire in due modi: puoi regolare la polarizzazione, cioè puoi disporre un’elemento dell’antenna parallelo o perpendicolare al terreno a seconda del tipo di segnale del canale, e puoi ottimizzare il puntamento dell’antenna verso i ripetitori tv. Il corretto puntamento dell’antenna è fondamentale per portare al ricevitore un livello di segnale accettabile per la decodifica (il rischio è quello di visualizzare solo una schermata nera sul tuo tv). Certo non è semplice, e se non sei esperto avrai bisogno dell’assistenza del tencico e dei suoi strumenti di lavoro che sono in grado di trovare il punto ottimale di bilanciamento tra il minor rumore e la maggiore portata del segnale utile.
  • Se l’adeguamento di tutto l’impianto tv non è sufficiente per ricevere i canali mancanti del digitale terrestre, allora il problema purtroppo proviene dalla fonte.
  • Per cercare di migliorare il segnale debole (in potenza) che arriva alla tua antenna, puoi potenziarlo applicando a monte dell’impianto un amplificatore e altri elementi riceventi di rinforzo all’antenna. Anche questo, se non sei esperto, è un compito per il tecnico antennista.
  • Se anche in questo modo non riesci a vedere le emittenti, se si tratta di quelle della Rai, puoi segnalare il problema a RaiWay chiamando il numero verde 800.111.555 o inviando una email all’indirizzo raiway@rai.it.
  • Se infine il tuo antennista non può fare altro che constatare l’assenza del segnale tv di questi canali, puoi optare per l’offerta alternativa satellitare Tivù Sat, installando una parabola e acquistando un decoder sat e la smart card, per ricevere una buona parte dei canali in chiaro del digitale terrestre.
Scritto da