Diritti tv Serie A. MediaPro pubblica il bando: 7 pacchetti per piattaforma

diritti tv serie aMediaPro pubblica il bando per l’assegnazione dei diritti tv della Serie A per il triennio 2018-2021. 7 pacchetti per piattaforma senza vincoli di acquisto ed esclusività. Non sono indicati i prezzi.

MediaPro Italia ha pubblicato sul proprio sito l’invito a presentare offerte per diritti tv del campionato di Serie A.

Come si legge nell’invito: «Gli Operatori della Comunicazione possono presentare Offerte per uno o più dei Pacchetti previsti dal presente Invito, partecipando alla relativa procedura. Come previsto dalle Linee Guida, i Pacchetti verranno assegnati all’Offerente che, avendo superato il Prezzo Minimo, avrà effettuato l’Offerta più alta, in conformità alla procedura di selezione prevista alla sezione 4 e alle modalità di assegnazione previste alla sezione 7 e ferme restando le riserve ivi disciplinate. Si invitano i soggetti interessati a presentare le proprie Offerte per l’acquisizione in sub-licenza di uno o più Pacchetti oggetto della procedura descritta nel presente Invito, con le modalità e nei termini qui previsti. Il termine ultimo per la presentazione delle Offerte è fissato alle ore 23:59 del 21 aprile 2018».

La data scelta è quattro giorni prima del termine per la presentazione della fideiussione da 1,2 miliardi di euro da parte della società spagnola, il 26 aprile. Lo scorso 5 febbraio l’Assemblea della Lega Nazionale Professionisti Serie A aveva aggiudicato al gruppo MediaPro i diritti audiovisivi della competizione italiana per le prossime tre stagioni.

mediapro-diritti-tv-serie-a

Sono 7 i pacchetti complessivi pensati per le varie piattaforme di trasmissione con le dirette dei match di calcio:

  • Il pacchetto A contiene tutte le 380 partite per la piattaforma satellitare;
  • Il pacchetto B1 invece mette in vendita 248 match per il digitale terrestre (oltre a eventuali spareggi e ripetizioni, da otto società sportive: le prime cinque in classifica, una classificata tra l’ottava e la decima posizione, una tra l’undicesima e la tredicesima, una tra la quattordicesima e la diciassettesima o tra le tre neopromosse);
  • Il pacchetto B2 suddivide altre 132 partite per la stessa piattaforma del digitale terrestre;
  • Il pacchetto C1 è messo in vendita per gli operatori Over The Top (per internet e/o la Piattaforma Wireless per Reti Mobili) e include 380 gare;
  • Il pacchetto C2 è sempre per gli OTT e include 248 gare;
  • Il pacchetto D1 mette in palio 248 partite per le piattaforme IPTv;
  • Il pacchetto D2 invece offre 132 partite sempre per le piattaforme IPTv.

Ciascun prodotto audiovisivo ha 270 minuti di produzione, con pre e post partita. Gli spazi pubblicitari sono commercializzati da MediaPro. Sono previsti 6 pacchetti opzionali e nel bando non sono indicati i prezzi minimi: verranno indicati «in un documento ancillare, che avrà la forma di una scrittura privata autenticata o di un atto pubblico e che sarà depositato, prima dell’apertura delle buste, presso un notaio di Milano, a scelta di MediaPro».

I pacchetti opzionali sono dedicati agli operatori che hanno già acquistato almeno uno dei pacchetti. A+, B1+, B2+, E, F e F+, dove con l’indicazione + si intende pacchetti che possono essere acquistati come extra dai titolari dei diritti del pacchetto originario, mentre E ed F sono riservati a tutti e riguardano l’«opzionale esercizi commerciali DTH» e «DTT» dei rispettivi pacchetti, cioè satellite e digitale.

La società spagnola-cinense ha quindi eliminato i vincoli dei limiti di acquisto per numero di piattaforma, e non sarà quindi presente l’esclusività di acquisto per singola piattaforma. Potenzialmente gli operatori potranno acquistare il prodotto anche da soggetti che non sono in possesso di quella piattaforma. Per la prima volta quindi MediaPro viene incontro alle richieste delle multi-piattaforme. Un modo questo per iniziare una collaborazione multi-distributiva anche da parte di un solo operatore.

Fonti: mediaproitalia.tv

Scritto da