Sky Italia perde 37mila abbonati tra giugno e agosto

sky-premium

Tra giugno e agosto Sky Italia ha perso 37mila abbonati a un totale di 4 milioni e 688mila.

Lo si legge nelle cifre ufficiali dei conti del terzo trimestre dell’anno, con una stima media da parte degli analisti finanziari che era di un calo di 48mila unità. Il calo ha fatto registrare 58mila prodotti venduti in meno per Sky Italia, in larga parte a causa di un aumento una tantum degli abbonati HD nell’anno precedente, nel quale è stato spacchettato il prodotto HD. La perdita della Champions League acquisita per tre anni da Mediaset Premium appare quindi non pesare troppo, mentre il tasso di abbandono (Churn) è del 10% contro il 9,8% degli abbonati Sky del Regno Unito (BSkyB) e del 9% della Germania (Sky Deutschland).

I ricavi in Italia della pay-tv del gruppo di Rupert Murdoch sono scesi del 4% a 454 milioni di sterline in larga parte a causa del minor numero di abbonati anche se in calo solo del 3% su base sottostante escluso l’impatto della cessazione delle vendite di programmi a Mediaset Premium e delle entrate pubblicitarie della Coppa del Mondo Fifa del 2014. Gli utili sono calati di 8 milioni di sterline anno su anno a 25 milioni.

Nel terzo trimestre del 2015 il gruppo Sky in Europa registra invece una crescita, archiviando un periodo con un incremento dei ricavi a 2,8 miliardi di sterline (+6% rispetto al corrispondente trimestre del 2014) e un aumento del 10% del risultato operativo a 375 milioni. Il risultato prende spunto da una dinamica in aumento nel Regno Unito e Irlanda, e in Germania e Austria, dove sono stati registrati rispettivamente incrementi di 77 mila e 90 mila abbonati.

Fonti: Ansa | notizie.tiscali.it

Scritto da