Tele Costa Smeralda riavrà le sue frequenze Tv

TCSVittoria in tribunale per Tele Costa Smeralda spa sull’assegnazione del diritto d’uso delle frequenze digitali in ambito locale. L’emittente regionale sarda era stata esclusa dalla riassegnazione nel 2010.

Il Tar Lazio, con la sentenza 10959/15, ha accolto i motivi aggiunti proposti da Tele Costa Smeralda spa, assistita dallo Studio Legale Amiconi, avverso l’assegnazione del diritto d’uso definitivo delle frequenze televisive digitali in ambito locale nella Regione Sardegna.

Secondo quanto comunica lo studio, il Tar Lazio, alla luce delle fondate censure di carenza di istruttoria e di motivazione inserite nei motivi, ha ordinato al Ministero di adottare un nuovo provvedimento per attribuire a Tele Costa Smeralda frequenze non interferite né interferenti, idonee a garantirle il mantenimento del bacino di utenza servito in tecnica analogica in conformità ai titoli abilitatori rilasciati.

La società TCS Tele Costa Smeralda spa, operatore di rete televisivo con servizio in tutta la regione Sardegna, era stata infatti esclusa nella fase di riassegnazione delle frequenze televisive nelle regioni già transitate al digitale terrestre nel 2010, a causa del successivo sgombero dei canali 60/69 UHF predisposto dall’Agcom e dal Ministero per destinare tali canali alla banda larga mobile.

Fonte: ItaliaOggi | e-duesse.it

Scritto da