Ascolti tv. Sky batte Mediaset alla prima di Serie A

sky-premium

Sky Sport fa registrare ascolti record in una domenica di eventi live. Mediaset Premium è battuta alla prima di campionato.

Dopo il clamoroso annuncio di ieri da parte del Biscione sulle minacce di oscuramento di Canale 5, Italia 1 e Retequattro sulla pay-tv satellitare di Rupert Murdoch & figli (secondo alcuni rumors Mediaset avrebbe chiesto 50 milioni per i diritti di ritrasmissione su Sky), nell’infinita battaglia tra i colossi della tv a pagamento si cominiciano a fare i conti con i dati di share.

Alla prima giornata di campionato di Serie A di calcio, tra sabato 22 agosto e domenica 23 agosto, le stesse partite mandate in onda sulle due pay-tv hanno raccolto 4.250.000 telespettatori su Sky e 2.615.000 su Premium. La stessa prima giornata di campionato del 2014-15, omogenea a quella di quest’anno, anche se giocata una settimana dopo, aveva dato invece 4.300.000 spettatori a Sky e 3.114.000 a Premium. Per ora pare non si sia verificato il boom di abbonamenti previsto per Mediaset Premium, in attesa delle partite che contano con la Champions League in esclusiva assoluta su Premium.

Nella giornata di domenica poi, ricca di sport con Formula 1, la finale di tennis di Cincinnati, l’Italia del basket, e il calcio italiano e internazionale, i canali Sky Sport hanno registrato uno share del 5,7% che ha battuto il record assoluto di 5,42% fatto da Sky nel lontano 2011.

L’investimento monstre del Biscione per il torneo continentale della coppa dalla grandi orecchie (700 milioni di euro per il triennio 2015-18), sommato ai diritti di Serie A (di 8 squadre: Juventus, Milan, Inter, Roma, Lazio, Fiorentina, Napoli e Genoa), peseranno sui conti di Premium nel 2015-16 con ben 611 milioni di euro, rispetto ai 340 milioni della stagione precedente. Anche Sky, nonostante la perdita della Champions League, dovrà affrontare costi per 658 milioni, appena 53 milioni in meno rispetto ai 711 milioni di euro della passata stagione.

Fonti: ItaliaOggi | Tuttosport

Scritto da