Negli USA la pay-tv perde abbonati

DIRECTV

Negli Stati Uniti 9 operatori della tv a pagamento su 10 perdono abbonati.

Secondo i dati del report Multiscreen Index di Informitv nel secondo trimestre del 2015 i primi 10 servizi televisivi a pagamento negli USA hanno perso oltre 400.000 abbonati, andamento in netta controtendenza rispetto al piccolo guadagno di utenti registrato nel primo semestre.

La piattaforma satellitare DirectTv, recentemente acquistata dal colosso tlc AT&T, riporta le maggiori perdite di clienti: ben 133.000 abbonati in meno (in totale pay-tv americana ha ora negli USA 20,28 milioni utenti paganti). La perdita è stata però compensata dal pubblico panamericano (Brasile, Messico e paesi del Centro America) che è aumentato di 34.000 abbonati portandosi a ben 33,14 milioni di utenti.

Dish Network ha perso invece 81.000 abbonati, nonostante l’inclusione del suo servizio di TV Sling (169.000 abbonati alla fine di marzo), e a fine giugno registra un totale di 13,93 milioni di clienti. Anche MSO Comcast e Time Warner Cable subiscono l’emorragia di abbonati. Mentre Verizon rimane l’unico operatore in grado di incrementare il numero di clienti in questo secondo semestre 2015, acquisendo 26.000 abbonati. Una crescita però minore rispetto ai consueti dati trimestrali della pay-tv americana.

«In un mercato maturo ad alta competizione (come quello USA), sembra che molti di questi servizi pay stiano lottando per mantenere il numero di clienti», spiega William Cooper, direttore del Multiscreen Index di Informitv. «I dati vanno letti comunque in prospettiva. La perdita complessiva di abbonati dell’intero mercato della tv a pagamento tradizionale, infatti è inferiore allo 0,5%».

Fonte: broadbandtvnews.com | informitv.com

Scritto da