Mediaset Premium all’attacco: è guerra aperta con Sky

mediaset_premium_skyContinua senza mezzi termini la guerra delle pay-tv tra i soliti incumbent: Mediaset e Sky.

In attesa dell’arrivo di Netflix, il Biscione smentisce categoricamente la fusione con il competitor e si prepara alla battaglia tra titani, varando la nuova offerta di Mediaset Premium, in attesa dello sbarco sul satellite.

Presentati in pompa magna mercoledì scorso, i nuovi contenuti e servizi per la prossima stagione televisiva prevedono l’intera Champions League in esclusiva (con la Juventus tutta a pagamento) e la Serie A (con le migliore 8 squadre); 5 canali dedicati al cinema e 4 per le serie tv (con  il nuovo Premium Stories); e poi nuovi device Premium Smart CAM (per trasformare il televisore in Smart Tv), e i servizi connessi Premium Online per le nuove modalità di fruizione dei contenuti pay.

Ma lo scontro pare ancora più acceso sul piano verbale. Secondo Franco Ricci, ad di Mediaset Premium, «il mercato della pay-tv è cresciuto solo da quando c’è Premium. Sky aveva 4,8 milioni di abbonati nel 2008 e adesso – ha affermato Ricci –  è a 4,75 milioni. In otto anni non hanno guadagnato nulla. Noi abbiamo fermato la loro crescita e ora siamo a quota 1,75 milioni di abbonati».

«L’obiettivo – dice Ricci – è quello di superare i 2 milioni di abbonati nei prossimi tre anni, crescendo attraverso la competizione sui clienti Sky. Ci sono ancora 2,6 milioni di abbonati al pacchetto Sky Sport, e di questi il 90% ha guardato nella stagione appena conclusa almeno una partita di Champions League». Mediaset punta decisa agli oltre 3 milioni di tifosi della Juventus, della Roma e della Lazio abbonati a Sky che la prossima stagione parteciperanno alla massima competizione continentale calcistica. «E i match della Juve, fino a febbraio 2016, saranno solo su Premium», afferma orgoglioso Ricci.

Il Biscione poi gioca le sue carte anche nell’impervio territorio dei dispositivi lanciando la Premium Smart CAM che consentirà agli abbonati di accedere anche in Wi-Fi alla offerta on demand di Premium anche via tablet e smartphone che potrà trasformarsi in un telecomando. «Parabole, decoder, videorecorder, cavi di connessione e perfino il tradizionale telecomando diventano preistoria», afferma Ricci.

L’ad di Mediaset Premium va giù duro sul concorrente: «i pacchetti commerciali di Sky sono molto complicati, troppi, si fa confusione. Premium invece ha solo tre pacchetti: Cinema+Infinity+Serie e documentari, che Sky fa pagare 39,90 euro al mese, e che da noi costerà molto meno (circa 28 euro/mese secondo ItaliaOggi). Calcio&Sport+Serie e doc, che su Sky costa 52,90 euro, e da noi meno (circa 36 euro secondo ItaliaOggi). Calcio&Sport+Cinema+Infinty+Serie e doc, che Sky fa pagare 67,90 euro al mese, mentre da noi sarà molto meno (intorno ai 48 euro secondo ItaliaOggi)». «Poi l’HD, la Smart CAM, Premium Play saranno associabili a ben 5 device e saranno tutti inclusi nei prezzi dei pacchetti, a differenza di Sky» che con Sky Go associa solo due device.

Fonte: ItaliaOggi

Scritto da