Rai Way dice no all’opas di Ei Towers

raiway-nuvole

«L’offerta di Ei Towers è da ritenersi improcedibile». La Rai sembra aver detto la parola fine all’offerta pubblica di acquisto e scambio (Opas) di Ei Towers su Rai Way.

L’azienda tv pubblica ha fatto sapere oggi attraverso il suo Consiglio di amministrazione, con un taglio prettamente giuridico, che l’asset delle torri non può essere ceduta a causa dell’esistenza di prescrizioni ben precise. Il Cda di viale Mazzini, prendendo atto ad ogni effetto del comunicato del Ministero dell’Economia e delle Finanze pubblicato sabato scorso sul sito dello stesso dicastero, ha ribadito la volontà di mantenere una partecipazione pubblica pari al 51% nel capitale di Rai Way (società che detiene al 65,07%).

Nello stesso giorno anche l’Antitrust, che ha concluso ha concluso l’istruttoria sull’opas, si è dichiarata contraria all’operazione di concentrazione a norma della legge sulla concorrenza. Il Garante della concorrenza sostiene che unire i ripetitori di Ei Towers a quelli di Raiway genera “una concentrazione idonea a costituire una posizione dominante di nuova entità tale da eliminare o ridurre in modo sostanziale e durevole la concorrenza”. Ei Towers e Mediaset avranno un mese di tempo per formulare le loro controdeduzioni, poi ci sarà il verdetto definitivo dell’Antitrust sull’operazione “che al momento – scrive il garante – non è suscettibile di essere autorizzata”. Rimangono in piedi comunque le timide aperture della controllata del Biscione sul possibile superamento della condizione di una partecipazione pari almeno al 66,67% del capitale dell’asset strategico delle torri del servizio pubblico per creare un polo unico delle infrastrutture di broadcasting.

Fonte: Agi | repubblica.it

Scritto da