Apple Tv sfida Google e Amazon (ma anche Sky)

apple tv

Tv online: Apple sfida Google, Amazon e Sky.

La nuova (no anzi, rinnovata) sfida lanciata da Apple nel mercato della tv online, che potrebbe rivoluzionare definitivamente i consumi televisivi, troverà sulla sua strada Google, Amazon e gli operatori tradizionali come Sky.

L’imminente lancio della nuova (l’ennesima) Apple Tv è attesa per il prossimo giugno. Con alcune novità rispetto alle versioni del passato: sensibile taglio del prezzo (da 99 a 69 dollari), per maggiore competitività; e alleanza esclusiva con Hbo, la tv cavo più grande del mondo, per offrire da aprile negli Usa il servizio in streaming Hbo Now. La tv convergente promossa da Tim Cook, per chi non lo conoscesse ad di Apple, sarà dotata di un enorme catalogo di film, show e serie tv, offerto al prezzo competitivissimo di meno di 15 dollari al mese, dato che il costo medio delle pay-tv via cavo o via satellite è di 65 dollari al mese. Secondo quanto trapelato, dovrebbe includere anche una console di gioco. Avrà comandi vocali di Siri e porterà sullo schermo tv le app e i giochi dall’Apple Store, oltre alla streaming tv in qualità 4K.

Dal punto di vista dei contenuti, oltre all’offerta di Netflix, Apple si prepara a lanciare in settembre un servizio di web tv con 25 canali di fascia alta per un abbonamento sui 30-40 dollari al mese. Sono in corso trattative con Abc, Cbs, Fox, e Disney, ha rivelato il Wall Street Journal.

La storia dell’Apple Tv è arrivata alla sua terza generazione. Nata da un’idea di Steve Jobs, il piccolo set-top-box che si connette alla porta HDMI del televisore e permette di ricevere la tv in streaming, o di condividere i contenuti e programmi con iPad e iPhone (con la tecnologia AirPlay), ha impiegato ben 8 anni per affermarsi, con quasi 30 milioni di unità installate. Nel 2013 ha fruttato per Cupertino 1 miliardo di dollari di fatturato, ma dall’anno scorso la crescita è rallentata, passando da 10 a 8,3 milioni di pezzi venduti all’anno.

Secondo i dati Nielsen il mercato è in costante crescita. Nell’ultimo quadrimestre 2014 la tv online in streaming e on demand è entrata nel 41% delle case americane. E in un rapporto del 21 marzo Digital Tv Research si prevede che la Tv Over The Top (diffusa su device come Apple Tv, Fire Tv, console come Xbox o Pse, e smart tv) passerà dai 6,85 miliardi di dollari di fatturato del 2014 a 10,39 miliardi nel 2020.

In Europa il mercato ha raggiunto circa il miliardo di euro. L’offerta è diversificata e il modello di business vede in crescita l’on demand o l’abbonamento flessibile. Saranno decisivi lo sviluppo della banda larga, l‘aumento dei dispositivi connessi e le strategie degli operatori televisivi. Sky, per esempio, ha appena investito cinque milioni di dollari su 1Mainstream, start up che sviluppa una piattaforma tecnologica per distribuire i servizi streaming su più sistemi: Apple Tv, Android Tv, Xbox, Samsung smart tv. Il 10 marzo ha lanciato in Gran Bretagna la box Eetv, per ricevere in banda larga il servizio streaming Now Tv (già disponibile su tablet e console) con 70 canali. Dovrebbe arrivare in Italia prima dell’estate. Ma il servizio di streaming tv del gruppo Murdoch c’è già da un anno: è Sky Online, per pc, tablet e console

Fonte: CorrierEconomia

Scritto da