Pubblicità Tv, novembre in crescita per i Big

datitvadv112014

La pubblicità tv registra un buon risultato per il mese di novembre 2014, anche se il dato dei primi 11 mesi, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, rimane sostanzialmente invariato (-0,1%).

Da gennaio a novembre 2014 la raccolta complessiva del mercato televisivo è quantificata in 3,203 miliardi di euro. I big della tv generalista crescono rispetto al mese di ottobre. Mediaset ha incassato 1,893 miliardi (-3,7%, con un mese di novembre a +6,5%), Rai è a quota 710,8 milioni (+0,5%, con un +6,9% in novembre), e La7 a 143 milioni (-1,9%, ma +4,7% in novembre).

Ottimi risultati per Sky con 376 milioni di euro nei primi 11 mesi del 2014, +19,7% rispetto allo stesso periodo del 2013 (+7,9% in novembre). Anche Mtv conferma la crescita constante tenuta per tutto l’anno, con un +10,7% a quasi 50 milioni di euro (+11,1% in novembre). I canali kids di Discovery (K2 e Frisbee) raccolgono 21,6 milioni con un +13% cumulato (+4,4% in novembre). Non va bene invece per Deejay Tv, che finora ha raccolto in media 760 mila euro al mese, per complessivi di 8,4 milioni (-19,6%, e un -18,1% in novembre).

Quanto alle singole performance, i dati di mercato analizzati da ItaliaOggi consentono di fornire alcune ulteriori informazioni. Per esempio, la pubblicità tabellare tra gennaio e novembre 2014 ha consistenti crescite solo in casa Sky (+22%), Discovery kids (+13,4%) e Mtv (+9,1%), rispetto allo stesso periodo 2013, mentre per gli altri broadcaster tv sono soprattutto le telepromozioni e le cosiddette brevi a spingere sul fatturato.

Nei primi 11 mesi del 2014, inoltre, Rai e Mediaset hanno aumentato notevolmente gli spazi (in secondi) dedicati alla pubblicità rispetto allo stesso periodo 2013: +17% per le reti del Biscione, +13,5% per i canali del servizio pubblico. Anche La7 (+14%) si va a inserire in questo solco. Crescono, quindi, gli spazi, ma i fatturati calano di qualche punto: ciò significa che la pubblicità pianificata sui broadcaster generalisti costa sempre meno. In controtendenza invece il costo degli spot nel 2014 per Sky e Discovery kids: in Sky i secondi di pubblicità sono aumentati del 4,4% a fronte di un +19,7% del fatturato, e su K2 e Frisbee sono saliti del 6,5% rispetto al +13,4% del fatturato.

Per quanto riguarda il quadro generale del mercato della pubblicità, secondo i dati diffusi da Nielsen, migliorano gli investimenti, ma nei primi 11 mesi del 2014 i numeri rimangono in negativo: nel totale il calo è stato del 2,6% rispetto allo stesso periodo del 2013, per arrivare a 5,6 miliardi di euro, 153 milioni in meno. I primi dieci mesi dell’anno si erano chiusi a -3,4%.

I quotidiani confermano il calo del -10,1% nei primi 11 mesi, mentre i periodici migliorano lievemente il trend a -7,3%. La radio beneficia ancora degli andamenti positivi degli ultimi mesi, chiudendo il periodo cumulato a -2,4%, in leggero miglioramento rispetto al totale mercato. Internet, relativamente al perimetro attualmente monitorato, mostra una crescita, attestandosi a +0,7% negli 11 mesi. Il cinema e il direct mail confermano l’andamento negativo, seppur in misura differente, perdendo rispettivamente il -24,7% e il -5,1%. L’outdoor, assieme al web, è l’unico mezzo in controtendenza, grazie a una crescita del 3,1%.

Fonte: ItaliaOggi

Scritto da