Digitale terrestre Savona: a Quiliano mancano i canali Rai. Protesta il sindaco

tvnosignalHanno oramai qualche anno i noti problemi di ricezione della tv pubblica nella piccola cittadina di Quiliano, in provincia di Savona. Ora il primo cittadino non ci sta più ed esige un intervento risolutorio da parte della Rai.

Tutto è cominciato ai tempi del fatidico passaggio dall’analogico al sistema digitale.  «Si è passati da un’offerta piuttosto limitata che comprendeva poco più di 7 canali nazionali, ad una possibilità di scelta molto più ampia. – sottolinea il sindaco Alberto Ferrando – Con queste novità anche la televisione pubblica ha aumentato in maniera esponenziale l’offerta del proprio servizio. Ad oggi i canali Rai che si possono liberamente vedere sul digitale terrestre sono una quindicina, più alcune radio trasmesse sempre in digitale. Tale offerta, per i quilianesi, scende alle sole storiche Rai 1, Rai 2 e Rai 3, oltre a Rai News».

«È pur vero – prosegue Ferrando – che la legge impone al servizio pubblico di coprire con le proprie trasmissioni tutto il territorio nazionale almeno con una rete e il 95% con altre due, percentuale che scende al 90% per ulteriori due reti. Tuttavia la quota di territorio che non rientra nella copertura Rai per tutte le altre reti, subisce comunque un’ingiustizia».

Resta infatti l’obbligo per tutti i cittadini che risiedono sul suolo nazionale, compresi quindi quelli di Quiliano (pur non avendo la possibilità di fruire dell’ormai ampia programmazione Rai), di onorare una tassa annuale, come quella del canone Rai, a condizione che siano semplicemente in possesso di uno o più apparecchi o strumenti “atti o adattabili a ricevere il segnale radiotelevisivo”.

In attesa, come si vocifera da più parti, che questa tassa venga sostituita con qualcosa di più equo, e considerato l’approssimarsi della scadenza dell’annuale canone Rai, del costo di 113,50 euro per famiglia, l’amministrazione del Comune di Quiliano ritiene doveroso sollecitare un intervento sul proprio territorio per potenziare le antenne e i ripetitori Rai esistenti (situati in località Pomo) in modo tale che l’offerta sia, per i propri cittadini, la stessa ricevuta dagli abitanti dei comuni limitrofi. Attualmente infatti è possibile vederesui televisori del nostro territorio unicamente Rai News oltre ai tre consueti canali Rai.

«E’ evidente come le strategie di questa azienda pubblica non tengano conto dell’esigenza di molti cittadini, tra cui i nostri, nonostante il territorio di Quiliano non possa essere assolutamente considerato impervio o difficile da raggiungere, e pertanto non sussistano problemi di natura tecnica per l’ampliamento del servizio», attacca il Sindaco, che poi conclude: «Riteniamo sia doveroso uno sforzo, da parte della Rai, perché vengano ridotte al minimo le disparità di trattamento verso la nostra cittadinanza, che paga lo stesso canone di coloro che hanno la fortuna di ricevere tutti i canali forniti dall’azienda».

Fonte: savonanews.it

Scritto da