Crisi tv locali: per Rete 7 nessun accordo sulla cassa integrazione

Teletricolore

Rete 7: nessun accordo sulla cassa integrazione per la tv locale emiliana

Giovanni Mazzoni, direttore e consigliere di amministrazione dell’emittente emiliana Rete 7 spa, ha respinto al tavolo istituzionale un’ipotesi di accordo di cassa integrazione in deroga che prevedesse la rotazione dei lavoratori e un piano di smaltimento di duemila giornate di ferie condiviso con le rappresentanze sindacali.

Dopo l’annuncio in settembre da parte di Privata Invest, che fa riferimento all’imprenditore reggiano Erminio Spallanzani, di disimpegnarsi dalla proprietà del gruppo televisivo regionale dell’Emilia-Romagna, che controlla Ètv, Teletricolore di Reggio Emilia e Antenna1 di Modena, l’azienda, che ha dichiarato 19 esuberi su 32 dipendenti, ha rifiutato ancora una volta di negoziare coi rappresentanti dei lavoratori un piano per affrontare la crisi basato sugli incentivi all’esodo e sulla mobilità interna al gruppo. I dipendenti delle tre sedi di Bologna, Modena e Reggio Emilia sono da tre anni con un contratto di solidarietà che scadrà il 31 dicembre 2014 e non sarà rinnovabile.

La Regione Emilia-Romagna ha sottolineato la necessità di legge di subordinare l’avvio della cassa integrazione a un piano di smaltimento ferie. Le organizzazioni sindacali (Aser, Fnsi, Slc-Cgil, 
Fistel-Cisl e 
Uilcom-Uil
) hanno chiesto un piano credibile e condiviso, a valle del quale avviare l’ammortizzatore sociale. Mazzoni ha rifiutato la rotazione, che è stata applicata, invece, durante il contratto di solidarietà ancora in atto e senza problemi sull’organizzazione del lavoro.

Nessuna disponibilità anche a discutere di uno smaltimento ferie che coinvolga tutti i lavoratori e che consenta di attivare la cassa integrazione il più tardi possibile. Il direttore di Rete 7 ha posto la condizione non negoziabile dell’avvio della cassa integrazione in deroga già a partire dal 1º gennaio 2015, nonostante la disponibilità ministeriale limitata a soli cinque mesi di ammortizzatore per l’intero anno.

Fonte: giornalistitalia.it

Scritto da