Anitec: in 4 anni giù le vendite dei televisori

smarttvmercatiSecondo i dati raccolti dall’Anitec, l’associazione nazionale aderente a Confindustria che si occupa di informatica, telecomunicazioni ed elettronica di consumo, negli ultimi quattro anni sono crollate le vendite dei televisori. Colpa della crisi economica, ma anche della rivoluzione digitale che ha mutato consumi e tecnologie sempre più convergenti e connesse.

Nel 2010, l’anno della vera e concreta partenza dello Switch-off del digitale terrestre su scala nazionale, in Italia si vendevano 7,2 milioni di tv. I dati dell’Anitec registrano quindi un costante calo: nel 2011 si scende a quota a 6,3 milioni, e per il 2014 si prevedono solo 4,6 milioni di acquisti da parte dei consumatori italiani, nonostante l’effetto Mondiali di Calcio del Brasile. In quattro anni un crollo di 2,6 milioni di televisori su base annua, in soldoni, dai 2,4 miliardi di spesa del 2011 all‘1,6 miliardi stimato per l’anno in corso.

Gli italiani continuano ad essere grandi consumatori di contenuti tv (fra i più voraci d’Europa). I telespettatori hanno però cambiato le modalità di consumo: sempre più spesso si guarda la televisione con un secondo schermo (smartphone o tablet che sia) per stare sui social, per informarsi, per approfondire o per discutere sul programma preferito. Internet e soprattutto il web sono diventti un secondo canale, e i contenuti viaggiano sempre più sugli schermi di pc e dispositivi mobili. Secondo Claudio Lamperti, vicepresidente dell’Anitec, «la diminuzione è fisiologica ed è dovuta allo Switch-off. I consumatori (obbligati dal passaggio al digitale terrestre) hanno cambiato i loro apparecchi tv, e ora i numeri stanno ritornando alla normalità».

La smania di acquisto degli utenti inoltre si è concentrata sui modelli ad alta definizione e con grandi schermi. «C’è meno interesse per i piccoli schermi. – afferma Paolo Locatelli, consumer electronic director di Lg Italia – I consumatori si rivolgono verso le grandi tv: grazie alle nuove tecnologie, dall’ultra Hd agli schermi Oled, l’incremento delle vendite è costante: il 50% su base annua». La vendita delle smart tv cresce, ma piano. In Italia, nel 2013, sono state vendute 1,2 milioni di tv connesse (dati Assinform). Il Politecnico di Milano stima che alla fine del 2014 si arriverà a quota 5,9 milioni e ad un volume di ricavi pari a 35 milioni di euro, con una crescita del 40% rispetto al 2013. Ma solo il 35% di tali dispositivi sarà effettivamente connesso ad Internet. Secondo Agcom, le smart tv sono diffuse tra il 17% del pubblico, e comunque solo l’8% le usa come piattaforme per accedere al web.

Fonte: repubblica.it

Scritto da