Rai Way prende tempo per lo sbarco in Borsa

Rai_WayLa quotazione in borsa di Rai Way potrebbe slittare di qualche settimana. Le tensioni registrate in quest’ultimo periodo dai mercati non facilitano di certo il lancio dell’Ipo, e Viale Mazzini starebbe valutando di prendere tempo per l’annunciato sbarco in Piazza Affari.

Lo riporta Il Sole 24 Ore, che scrive che la società guidata da Stefano Ciccotti avrebbe anche comunicato informalmente alla Consob la volontà di indugiare qualche giorno in attesa di un segno positivo dei mercati.

La controllata Rai che gestisce le infrastrutture e gli impianti di trasmissione della tv pubblica non vorrebbe incappare in un repentino ritiro come è già accaduto recentemente per Intercos e ItaliaOnLine. In base alla pianificazione di Rai Way, il via libera dell’Authotity di vigilanza dei mercati sarebbe dovuto arrivare già la prossima settimana, e per metà novembre l’atteso sbarco in Borsa, con la cessione di una massimo del 49% delle proprioe azioni. Una procedura fortemente accelerata per una Ipo, consentita grazie dal supporto delle banche (Banca Imi, Mediobanca e Credit Suisse con Clifford Chance) e degli advisor finanziari e legali (Leonardo&Co e lo studio Bonello Erede Pappalardo) selezionati per l’operazione.

Rai Way ha anche individuato le banche che concederanno il prestito di 120 milioni rimborsabili in cinque anni (più una linea di revolving da 50 milioni) per rendersi totalmente indipendente dalla sua controllante e per estinguere il debito da 110 milioni a fine 2013 con Viale Mazzini. La società delle torri tv ha inoltre recentemente nominato il nuovo board di Rai Way spa confermando Ciccotti come ad e designando Camillo Rossotto alla presidenza.

Fonte: Il Sole 24 Ore

Scritto da