Ben Ammar guadagna 58,6 mln grazie a Sawiris

tarak ben ammarTarak Ben Ammar, produttore cinematografico, imprenditore tv, finanziere franco-tunisino e consigliere fra l’altro di Telecom Italia, mette nero su bianco i conti dell’alleanza con il tycoon egiziano Naguib Sawiris.

E registra una plusvalenza significativa di oltre 58,6 milioni contabilizzata nel bilancio 2013 appena approvato della Holland Coordinator & Service Company, cassaforte italiano presieduta da Tarak che la controlla tramite una società di diritto olanfdse. La plusvalenza ha impattato significativamente sul conto economico che dalla perdita 2012 di 1,5 milioni è passato ad un utile di oltre 30,2 milioni.

Holland consolida Prima Tv, Imperium e Eagle Pictures in metodo integrale, al costo le quote del 100% in Hawa, Europe Newtworks e Falcon Pitcures, del 5% in Quinta Communication, del 18,5% in Lux Vide (la casa di produzione cinematografica di Ettore Bernabei) e del 20% in Cinefinance Italia mentre a patrimonio netto sono iscritte il 40,9% di Nessma Tv (tv che opera nel Maghreb) e il 50% di Can Cross Advertainment Network.

L’alleanza con Sawiris si è concretizzata in Prima Tv perché la quota di Ben Ammar è scesa dal 100% al 68,9% per l’ingresso della O-Media Holding del magnate egiziano, cui è stato riservato un aumento di capitale con sovrapprezzo pari complessivamente a 90 milioni. E la vendita di quel 31% ha determinato la rivelazione della plusvalenza nel consolidato Holland, che quest’anno prevede un fatturato di 73 milioni per Prima Tv e Eagle Pictures.

Fonte: MF – italiaoggi.it

Scritto da