Eurosport pronta a investire in Italia

EurosportEurosport è pronta a espandersi in Italia. Secondo il quotidiano ItaliaOggi, la tv satellitare sportiva rilevata a giugno dal gruppo Discovery, nonostante la batosta subita nell’asta per i diritti tv della Serie A 2015-2018, potrebbe avere pronto un piano di importanti investimenti per la penisola.

Il terzo gruppo televisivo del mercato italiano, che controlla Real Time, DMax, Giallo, Focus, i canali kids K2 e Frisbee, i canali Discovery e altri, potrebbe portare a breve la concessionaria pubblicitaria di Eurosport in Discovery Media. Inoltre alcuni diritti della tv sportiva potrebbero passare a DMax, canale che ha già proposto offerte sportive come il 6 Nazioni di rugby.

L’emittente sportiva nel 2013 ha fatturato in Italia 6,6 milioni (in calo rispetto ai 6,8 milioni del 2012 ei 6,9 del 2011), e ha prodotto utili per 225 mila euro sempre nel 2013. Ma da quest’anno ha la copertura di un gruppo come Discovery che vale 902 milioni di euro, che fattura 450 milioni all’anno (90 solo di pubblicità), ed è presente in 54 nazioni al mondo e in 133 milioni di famiglie europee.

Nel mercato dei diritti tv sportivi Eurosport pare proporsi ancor più come competitor agguerrito nei confronti di Sky e Mediaset. Nella ormai famosa gara-inciucio (Mediaset – Sky) per i diritti della Serie A, la tv dello sport controllata in passato da TF1, ha offerto ben 140 milioni di euro per cercare di conquistare il pacchetto D per trasmettere le partite delle 12 squadre “minori” sul satellite. Ed è arrivata sino al punto di minacciare azioni legali contro la Lega A per la controversa assegnazione.

Anche se per ora l’emittente acquista eventi per arricchire l’offerta dei suoi canali veicolati dalla piattaforme pay-tv (di Mediaset e Sky), non è escluso che in futuro, come ha già fatto con Real Time, possa decidere di trasmettere sport in esclusiva direttamente in chiaro sul digitale terrestre.

Fonte: ItaliaOggi

Scritto da