Mediaset: 350 mln da Telefonica per il 22% di Dts

Canal

Telefonica sarebbe pronta a offrire 350 milioni a Mediaset per il 22% di Dts, la società che controlla la maggiore pay-tv spagnola Canal+ (ex Digital+), della quale il gruppo guidato da Cesar Alierta già detiene il 78%. Lo ha riferito l’agenzia Bloomberg.

Il pacchetto di azioni di Canal+ dovrebbe valere 298 milioni, ai prezzi stabiliti nell’accordo di compravendita con Prisa, cioè l’accordo che vale al momento come riferimento per tutti i soci. Lunedì Telefonica ha infatti siglato il contratto con Prisa per l’acquisto del 56% di Dts a 750 milioni e quindi offrirebbe a Mediaset un premio del 19,5% rispetto a quanto pagato al gruppo editoriale spagnolo. In realtà, in base agli accordi che suggellarono un’alleanza che almeno fin qui ha funzionato, Cologno Monzese può ancora scegliere se vendere o tenersi la quota della tv a pagamento spagnola. E addirittura potrebbe rilevare la stessa partecipazione di maggioranza offerta dall’editore de El Pais messo alle strette da un indebitamento di quasi tre miliardi.

Ma l’ipotesi dell’offensiva spagnola non sembra convincere Mediaset (che potrebbe integrare Premium con Canal+). La scelta più probabile del Biscione, che ha ancora due settimane di tempo per decidere, e che si propone anche come fornitore di contenuti, è quella di proseguire con Telefonica.

La partita si interseca con la nuova sfida lanciata a Sky sulla conquista dei diritti televisivi per la Serie A e il possibile ingresso di soci internazionali di peso nella pay-tv italiana, dai francesi di Canal Plus al network del Qatar Al Jazeera. Proprio la chiave anti Al Jazeera, spiegherebbe perché Telefonica potrebbe essere interessata a rilevare l’intero controllo di Digital+. La tv araba, hanno ipotizzato ieri gli analisti, potrebbe avanzare una proposta autonoma per il calcio italiano.

Fonte: Ansa | Il Corriere della Sera

Scritto da